Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:59 METEO:AREZZO16°32°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 18 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il caffè costa troppo e il cliente getta bicchiere in faccia alla cameriera. Che si vendica così

Attualità sabato 13 maggio 2023 ore 18:50

Tumori del naso, lavoratori sotto sorveglianza sanitaria

medici

Il programma toscano è unico nel suo genere in Italia, con esperienze simili solo in Francia. A chi si rivolge e come è composto il campione



TOSCANA — Sono 423 i pazienti iscritti nel registro toscano dei tumori naso-sinusali. Ebbene: adesso su un campione di 240 lavoratori dei settori più esposti, pelli e legno ad esempio, parte la fase due del programma di sorveglianza sanitaria che unico nel suo genere a livello nazionale e con esperienze affini solo in Francia.

Il campione di quanti verranno invitati a sottoporsi alla visita gratuita si compone di 134 lavoratori nell’Asl Toscana Centro, 56 nella Nord Ovest e 50 nella Sud Est e in particolare dalle zone di Firenze, Empoli, Lucca ed Arezzo.

Sarà scelto chi, tra i residenti in Toscana, è stato esposto a cancerogeni certi per almeno 30 anni (di cui uno almeno a polveri di legno o cuoio) e che presenta sintomi suggestivi per tumore naso-sinusale come, tra gli altri, ostruzioni prolungate, piccole perdite di sangue da una sola narice che si ripetono nel tempo, dolori facciali, cefalee senza altre diagnosi, rigonfiamenti delle gengive superiori e dolore alle orecchie o a masticare.

Poco noti, i tumori naso-sinusali hanno conseguenze molto invalidanti e possono portare alla morte. Se però vengono intercettati in tempo sono invece curabili.

Il progetto è di Ispro, l’istituto per lo studio, la prevenzione e la rete oncologica della Regione Toscana, e le prestazioni con cui saranno indagate tra i lavoratori queste patologie saranno gratuite e non graveranno sul fondo sanitario, coperte come per altre malattie professionali dai proventi delle sanzioni in materia di sicurezza sul lavoro. L’impegno di spesa, per una sperimentazione di 30 mesi, è di 33mila euro.

“L'obiettivo che il progetto si pone - sottolinea l’assessore al diritto alla salute della Toscana, Simone Bezzini - è individuare note metodologiche per definire l’esposizione, oltre ad approfondire la conoscenza dei fattori di rischio per questo genere di tumori da parte dei lavoratori, così da predisporre campagne di informazione e sensibilizzazione su cancerogeni purtroppo non del tutto conosciuti”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno