Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:49 METEO:AREZZO14°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 14 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Dietro la «stanchezza» di Biden al G7

Cronaca sabato 15 maggio 2021 ore 09:55

Ha la passione per le serrature antiche e le ruba

Oltre 20 i furti commessi dal 48enne biturgense. Tra i "saccheggi" reperti storici di epoche diverse prelevati dai palazzi e chiese dell'Aretino



SANSEPOLCRO — Un ladro che ama l'arte. Sì è quello che hanno scoperto i Carabinieri di Sansepolcro. Un 48enne del posto è stato deferito all’autorità giudiziaria per i reati di furto aggravato continuato e danneggiamento

L'uomo è ritenuto responsabile della sottrazione di 20 serrature di diverse epoche storiche, risalenti al periodo tardo Medioevale, al sedicesimo e diciassettesimo secolo che sono state asportate da palazzi antichi e chiese della provincia di Arezzo, danneggiando i portoni sulle quali erano installate. 

I furti sono stati commessi dal febbraio del 2020 all’aprile del 2021. I Carabinieri hanno ricostruito l’attività criminale grazie ad un’accurata attività investigativa, avviata a seguito di alcune denunce. 

Dopo averlo monitorato per giorni, i militari hanno fermato l’uomo mentre percorreva una via del centro storico a bordo della sua bicicletta con uno zaino in spalla, contenente tutto il necessario per commettere un’effrazione: delle tronchesi, diversi cacciavite, un seghetto e dei coltelli

I Carabinieri, poi. hanno eseguito una perquisizione domiciliare, rinvenendo tutte le serrature nascoste in una cavità, un doppio fondo accessibile tramite una botola coperta da un tappeto, ricavata all’interno di una cantina nelle sue disponibilità.

L’uomo non è nuovo a reati di questo tipo, infatti già in passato venne tratto in arresto proprio dai Carabinieri della Compagnia di Sansepolcro poiché sorpreso a rubare opere religiose e reliquie

Le serrature recuperate sono state sequestrate e verranno restituite agli aventi diritto nei prossimi giorni. 

La refurtiva, da quanto appreso, era destinata in parte al mercato dell’antiquariato clandestino e in parte alla vendita online


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno