Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:30 METEO:AREZZO12°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 25 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
«Viva la libertà, dannazione!»: Milei abbraccia Trump

Attualità giovedì 23 marzo 2017 ore 19:21

"Abitare la salute" studenti a confronto ad Arezzo

Il progetto è rivolto ai ragazzi dell'Isis Buonarroti-Fossombroni. L'obiettivo è di progettare un'abitazione che rispetti i diritti dei bambini



AREZZO — Fornire agli alunni le conoscenze necessarie per la progettazione di un'abitazione in cui siano salvaguardati i diritti dei più piccoli alla salute ambientale e psicosociale. Questo è l'obiettivo del progetto Abitare la salute: un diritto dei bambini, dei ragazzi e degli adulti che si sta sviluppando attraverso una serie di incontri rivolti agli studenti dell'Isis Buonarroti-Fossombroni per renderli protagonisti consapevoli ed informati di un percorso di buone pratiche in ambito socio-sanitario. Il progetto, ospitato dalla biblioteca "Primo Levi", è patrocinato dall'Asl Sud-Est Toscana ed è promosso dal Comitato Unicef di Arezzo, in collaborazione con l'Associazione Culturale Pediatri, l'Isde - Associazione Italiana Medici per l'Ambiente e il Collegio dei Geometri e Geometri Laureati.

«Ringraziamo il preside Alessandro Artini - commenta il dottor Giovanni Poggini, pediatra di famiglia e referente regionale dell'Associazione Culturale Pediatri, - per l'impegno ad inserire il percorso "Abitare la salute" all'interno del programma dei ragazzi dell'istituto per geometri. L'obiettivo è di coinvolgere gli adolescenti in un percorso di dibattito e confronto che, accompagnati da professionisti, li porti a progettare un'abitazione che rispetti il diritto di bambini, ragazzi e adulti alla salute ambientale e psicosociale».

"Abitare la salute" è arrivato a metà del proprio percorso ed il primo bilancio è particolarmente positivo, con gli alunni che sono risultati coinvolti e partecipi in occasione degli incontri "La salute: un diritto dei bambini e dei ragazzi" tenuto dal dottor Marco Dioni (magistrato della Procura della Repubblica di Arezzo e volontario Unicef), "Inquinamento indoor: principali fonti ed effetti sulla salute umana" tenuto dalla dottoressa Maria Teresa Maurello (direttore dell'Igiene e Sanità Pubblica della Usl di Arezzo e medico Isde) e "Ambiente sociale e sviluppo neuropsicologico del bambino" tenuto dallo stesso dottor Poggini. Il progetto, coordinato dalla professoressa Lucia Roghi, riprenderà sabato 1 aprile con una doppia lezione in inglese dal titolo "Green Building: progettare e costruire il comfort abitativo" con il geometra Lorenzo Bresciani e "Building our health" della dottoressa Lorenza Parigi, mentre la conclusione sarà sabato 8 aprile con "Abitare sano: dalla valutazione alla riqualificazione" con la geometra Barbara Bacci.

«Il progetto - continua Poggini, - sarà inserito in pianta stabile nel piano di studi dell'Isis Buonarroti-Fossombroni come espressione della peer education (cioè l'educazione tra pari), con gli alunni delle attuali seconde che diventeranno i docenti degli studenti delle seconde del prossimo anno, come relatori di alcuni degli argomenti che hanno appreso. Siamo soddisfatti di dar seguito ad una collaborazione con questo istituto scolastico che era già iniziata nei mesi scorsi con il convegno "Essere vaccinati: un diritto dei bambini" che ha visto gli alunni come attori attivi e consapevoli di un processo educativo».


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno