Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:AREZZO12°28°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 14 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Lo speciale social di Cook dal Vinitaly

Attualità giovedì 12 maggio 2022 ore 16:35

Ad Arezzo chirurgia ginecologica senza cicatrici

All'ospedale San Donato una nuova tecnica operatoria all'avanguardia per un recupero fisico più rapido e un taglio dei tempi di degenza



AREZZO — All'ospedale San Donato di Arezzo viene effettuata una tecnica chirurgica rivoluzionaria che comporta nessuna cicatrice sull'addome, riduzione dei tempi di degenza, recupero fisico molto più rapido. 

“Con questa tecnica - spiega Ciro Sommella, direttore della ginecologia - è possibile eseguire interventi complessi che prima necessitavano incisioni cutanee e lunghe degenze, come ad esempio l'asportazione dell'utero.
La vNOTES può essere, inoltre, utilizzata per l'esecuzione di interventi in urgenza, oppure oncologici e per alcune procedure ricostruttive del pavimento pelvico.
Si tratta di una chirurgia mini-invasiva per interventi ginecologici che sfrutta l'accesso naturale vaginale abbinato ad una visione endoscopica con tempi di ripresa più rapidi".

"Questo percorso ci consente di mettere insieme i benefici della chirurgia vaginale con quelli della moderna laparoscopia, permettendo una visione più ampia del campo operatorio grazie all'utilizzo della telecamera endoscopica, e ci consente di ridurre notevolmente l'impatto chirurgico sulla paziente. Questa metodica - conclude Sommella - viene attualmente utilizzata solo in pochissimi centri in Italia, in quanto richiede esperienza chirurgica sia laparoscopica che vaginale e, da adesso, è disponibile anche presso l'ospedale San Donato di Arezzo".

Eva ha 52 anni e si è sottoposta solo un mese fa all'intervento di isterectomia con la tecnica vNotes all'ospedale di Arezzo. Ed in merito racconta "dopo aver scoperto tramite gli esami di routine messi a disposizione dal sistema sanitario una piccola lesione al collo dell'utero abbiamo valutato con l'equipe medica l'asportazione dello stesso, vista l'età ed il mio quadro clinico generale. L'operazione è avvenuta senza tagli e senza buchi ma con l'accesso transvaginale e questo ha permesso la mia veloce dimissione ed un recupero pressoché immediato. Ho ripreso la mia vita normalmente e le mie attività senza fatica.”


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno