Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:50 METEO:AREZZO11°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
mercoledì 01 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Letta «Queen maker» scopre le carte: ecco chi è il primo identikit del Pd per la corsa al Colle

Attualità sabato 07 agosto 2021 ore 11:22

Un bagno alla Chiassa in totale sicurezza

Il Consorzio di Bonifica ha concluso l'intervento sulle sponde del torrente. Nasce il progetto "Scuola sul fiume". Grande festa con il Green Pass



AREZZO — La “piscina naturale” creata dalla Chiusa sul torrente Chiassa torna fruibile in sicurezza grazie all'intervento del "Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno". 

Una volta fulcro della vita sociale per gli abitanti di periferia che vivono nelle frazioni di Tregozzano, Giovi e Chiassa torna ad essere un luogo di incontro e svago per gli aretini. Ma anche un modo per riunire le frazioni e condividere un posto unico e suggestivo.

Un’emozione ben riassunta dal saluto con cui sono stati accolti gli abitanti di Giovi che, per raggiungere Tregozzano, dalla sponda opposta hanno guadato il fiume, camminando sui sassi. A riceverli l’applauso degli abitanti della frazione ospite, a cui si erano già uniti i residenti di Chiassa, l’altro paese affacciato sul corso d’acqua.

Un centinaio di persone, ieri sera, hanno partecipato all’inaugurazione dell’intervento che ha permesso la riscoperta del fiume, da tempo irraggiungibile perchè colonizzato da rovi e infestanti: una grande festa, la prima organizzata dai circoli delle tre frazioni dopo il lockdown e la prima con accesso regolato da green pass.

“Il compito del Consorzio è questo: programmare e realizzare interventi di manutenzione per mitigare il rischio idraulico, che contribuiscono anche a migliorare la fruibilità dei corsi d’acqua, restituendo ai cittadini spazi di vita importanti. Non solo. Un fiume sottoposto a manutenzione, è, inevitabilmente, un fiume più curato, che resta anche più pulito, perché direttamente o indirettamente incentiva i cittadini a comportamenti più corretti”, spiega il Direttore del Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno Francesco Lisi, al taglio del nastro.

“La sfida dell’argine con cui, dopo la passeggiata e la cena itinerante, si è chiusa la serata di festa – aggiunge Enrico Orlandini del circolo 'L’Incontro' di Tregozzano – è stata una modo simpatico per sottolineare, pur in un clima di sana competizione, la collaborazione tra i nostri territori. Insieme lavoreremo per mantenere pulito e in ordine il Chiassa, al centro del progetto 'Scuola sul fiume', a cui stanno lavorando i ragazzi delle tre frazioni, uno dei progetti che intendiamo valorizzare e promuovere attraverso Abbraccio d’Arno, il contratto di fiume promosso dal Consorzio di Bonifica sull’Arno e sui suoi affluenti, a cui i circoli delle frazioni hanno deciso di aderire”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il virus è stato riscontrato in 11 Comuni. Nel capoluogo tanti contagiati. Positivi in aumento anche a Bibbiena. Tra i nuovi malati molti giovani
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS