Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:AREZZO20°39°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 19 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine

Attualità domenica 04 aprile 2021 ore 13:00

Battaglia al Covid, la vaccinazione pasquale

Ecco i numeri della somministrazione. Tra oggi e ieri 1.600 dosi al Palaffari. Il racconto dei sanitari in prima linea anche nei giorni di festa



AREZZO — La lotta al Covid non si arresta mai. Neppure oggi, giorno di Pasqua, e tantomeno domani per Pasquetta. Ad Arezzo le somministrazioni si effettuano al Centro Affari, in attesa del trasferimento al Teatro Tenda, concesso in comodato d'uso gratuito dal Comune. Il trasferimento è previsto dalla metà di questo mese.

Ma veniamo ai numeri. Nell'Asl Toscana Sud Est ieri sono state svolte 2mila inoculazioni, oggi sono 3.500, domani 3.400, martedì 3.200 e mercoledì 2mila. Quindi, nei giorni di festa tra Arezzo, Siena e Grosseto sono 6.900 le somministrazioni tra prima o seconda dose.

A venerdì, 1 aprile, erano 39.924 (tre giorni fa 34.991) gli aretini che avevano ricevuto la prima dose, mentre in 15.418 (martedì erano 13.129) quelli che avevano completato il ciclo anche con il richiamo. A questo dato si aggiungono i numeri di questi giorni festivi.

Infatti, in tanti oggi nell’uovo di Pasqua hanno trovato il regalo migliore. Il vaccino. Stamani al Palaffari, lo hanno avuto in oltre 800 persone. Domani uovo diverso ma stessa sorpresa per un numero identico. Sono tutte persone che rientrano nella categoria delle persone nate tra il 1941 e il 1950. E' stato somministrato AstraZeneca. A farlo oltre 30 operatori sanitari ogni giorno.

“Iniziamo alle 8 di mattina e, teoricamente, concludiamo alle 8 della sera ma in realtà andiamo avanti finchè non abbiamo esaurito tutte le persone che si sono prenotate sul portale regionale - ricorda Alessio Marraghini, infermiere, stamani coordinatore delle attività nel padiglione di Arezzo Fiere. Siamo divisi in due turni: 8 - 14 e 14 - 20. E siamo 16 operatori per ogni turni: infermieri, medici, medici pensionati volontari, operatori socio sanitari".

Una Pasqua diverse: per chi riceve il vaccino ma anche per chi lo somministra. "Essere qui oggi lo richiede la situazione e il buon senso. Nonché il dovere professionale - commenta Marraghini che nel pomeriggio verrà sostituito da un'altra coordinatrice, Noemi Tacconi. Tutti avremmo preferito essere a casa con le nostre famiglia ma quando i vaccini ci sono, li dobbiamo fare senza perdere nemmeno un'ora. Le persone il vaccino lo vogliono fare: basta vedere la fila fuori".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno