Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:AREZZO19°39°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 19 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine

Attualità mercoledì 11 marzo 2020 ore 22:06

Italia, chiuse tutte le attività

Stop a parrucchieri, estetisti, bar, ristoranti. Restano aperte farmacie e alimentari. Non si fermano i trasporti ed i servizi di pubblica utilità



ROMA — Era nell'aria e stasera è arrivata l'ufficialità. Conte ha deciso la linea dura per combattere il virus. Da domani chiuse tutte le attività commerciali non "indispensabili". 

Quindi la serrata generale comprende: bar, ristoranti, mense, parrucchieri, estetiste e tutte quelle attività che non commercializzano beni di prima necessità. Restano aperte le farmacie, para-farmacie, negozi e supermercati che vendono generi alimentari.

Le attività di ristorazione potranno effettuare consegne a domicilio.

Non si fermano le attività produttive, come industrie e fabbriche, purché siano adottati protocolli che proteggano i lavoratori dal contagio, prevedendo anche la riorganizzazione dei turni, la chiusura dei reparti non indispensabili, le ferie anticipate

Resteranno in funzione i trasporti pubblici e i servizi essenziali, come ad esempio gli uffici postali, le banche, le assicurazioni e tutti i servizi di pubblica utilità.

Garantite anche le attività del settore agricolo e del settore zootecnico.

"Dobbiamo essere consapevoli che gli effetti di questo sforzo li vedremo fra due settimane - ha dichiarato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte - La regola madre però resta sempre la stessa: evitate gli spostamenti".

Il premier Giuseppe Conte ha annunciato anche la nomina di un nuovo commissario straordinario, Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia, che da domani in poi si raccorderà con il capo della protezione civile Angelo Borrelli.

"Bisogna procedere gradualmente in un grande Paese come il nostro ma a questo punto dobbiamo prendere anche questo provvedimento - ha detto ancora Conte - Ho fatto un patto con la mia coscienza, al primo posto c'è e ci sarà sempre la salute degli italiani".

Un'ulteriore stretta delle misure anti-conoranivirus era stata chiesta ufficialmente nelle ultime ore dalla Lombardia, la regione dove si sono verificati il maggior numeri di contagi e di decessi. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno