Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:AREZZO20°39°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 19 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine

Attualità mercoledì 10 marzo 2021 ore 09:04

Cibo da asporto, ecco le regole da rispettare

Piervenanzi e Poponcini

Confartigianato incontra il comandante della Polizia Municipale per fare chiarezza su cosa è consentito fare e le eventuali responsabilità



AREZZO — Cibo da aporto. Un tema questo che fino a pochi anni fa era marginale ma che oggi è più che mai attuale. Tra i vari tira e molla, praticamente è un anno che i locali aretini dediti ala somministrazione di cibi e bevande utilizzano questa nuova formula per poter sopravvivere.

Ma sull'argomento c'è ancora tanta confusione. Sì perché se è di dominio pubblico la regola non tutti, almeno tra i consumatori, sanno come deve essere correttamente applicata. Così Fabrizio Piervenanzi, presidente del Comitato comunale di Arezzo e di Confartigianato Alimentazione, ha incontrato il comandante della Polizia Municipale di Arezzo, Aldo Poponcini.

A tal proposito si ribadisce la possibilità attuale da parte di bar, gelaterie, pasticcerie, pizzerie, rosticcerie e ristorazione in genere, di vendere prodotti non consumabili sul posto e debitamente incartati per l’asporto. Rimane vietata la possibilità di consumare tali prodotti nelle immediate vicinanze dei locali, i quali, non assicurando la fruibilità di nessun tipo di arredo e trattandosi di suolo pubblico, non saranno - in caso di controlli - chiamati a risponderne. Resta quindi la responsabilità individuale e sanzionabile di chi non dovesse rispettare le indicazioni previste dalle norme in vigore.

Tali ulteriori precisazioni, si sono rese necessarie a fronte delle richieste di chiarimento da parte delle imprese e spesso dei loro clienti, considerando il proliferare di Dpcm, ordinanze e regolamenti dello Stato, della Regione e del Comune, che si sono succeduti in quest’ultimo anno.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno