Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:30 METEO:AREZZO20°35°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 20 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Geppi Cucciari contro i ladri di conghiglie e sabbia della Sardegna
Geppi Cucciari contro i ladri di conghiglie e sabbia della Sardegna

Cronaca martedì 02 novembre 2021 ore 13:10

Processo Coingas, slitta tutto a fine mese

Il giudice Ada Grignani nell'apertura di questa mattina ha fissato un'udienza per il 30 novembre per decidere sulle parti civili e le eccezioni



AREZZO — E' cominciato, nell'aula "Miraglia" della Vela, davanti al giudice Ada Grignani il processo relativo alla vicenda Coingas. Innanzitutto è stato depositato l'atto per la costituzione a parte civile del Comune di Castiglion Fiorentino, l'ultima Amministrazione ad aver preso questa decisione. Da qui è iniziata una discussione sull'ammissione di tutti i Comuni. Ammissione che ha riscontrato contrarietà, nello specifico per uno solo dei reati contestati ossia il favoreggiamento. Da ricordare che gli unici Municipi che hanno deciso di non prendere parte del procedimento come parte civile, al momento, sono Arezzo, Bibbiena e Castiglion Fibocchi. Sulla stessa linea anche Coingas.

Infatti, gli avvocati difensori in merito al favoreggiamento hanno depositato una memoria comune chiedendo di escludere la costituzione di parte civile dei 19 enti municipali, legati a Coingas in quanto soci, nei confronti dei "presunti" favoreggiatori. Stessa azione portata avanti anche in udienza preliminare ed in quel contesto il Gup aveva deciso di ammetterle.

Mentre Roberto Rossi, il procuratore capo, ha chiesto il rigetto di questa unica eccezione. Secondo il Pm i "favoreggiatori" avrebbero ostacolato l'accertamento del peculato rendendo ancora più grave il danno per le Amministrazioni comunali.

Per questo il Giudice ha deciso di fissare un'udienza straordinaria per il prossimo 30 novembre per decidere sia sulle parti civili che sulle eventuali eccezioni. Anche se al momento questa è l'unica sollevata.

Undici gli imputati tra cui nomi eccellenti della politica aretina come il sindaco Alessandro Ghinelli, l'assessore Alberto Merelli e il presidente di Estra Francesco Macrì. Ma questa mattina, in aula, presenti solamente Franco Scortecci, attuale vertice di Coingas, e l'avvocato fiorentino Olivetti Rason finito nell'occhio del ciclone per le maxi consulenze.

Le accuse vanno dal peculato, al favoreggiamento, all'abuso d'ufficio, fino al traffico di influenze. Due dei coinvolti, il grande accusatore Sergio Staderini e l'avvocato pratese Bigiarini, hanno scelto il rito abbreviato e sono usciti dalla fase preliminare con una condanna a due anni il primo ed a un anno e 4 mesi il secondo.

Claudia Martini
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

L'avvocato La Ferla al termine della prima udienza preliminare del processo Coingas
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno