Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:32 METEO:AREZZO14°22°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 24 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Turista italiana bloccata sugli scogli in Spagna: il video del salvataggio in elicottero a pochi centimetri dalle onde
Turista italiana bloccata sugli scogli in Spagna: il video del salvataggio in elicottero a pochi centimetri dalle onde

Cronaca giovedì 07 ottobre 2021 ore 10:35

Coingas, le motivazioni della sentenza Staderini

Depositate le ragioni per cui il Gup Claudio Lara ha condannato a due anni il "grande accusatore" nell'ambito del rito abbreviato



AREZZO — Sono state depositate le motivazioni della sentenza in rito abbreviato con cui, il 6 luglio scorso, il Gup Claudio Lara ha condannato Sergio Staderini a due anni per peculato, traffico di influenze e abuso d'ufficio nell'ambito del procedimento relativo alla vicenda Coingas. 

Vicenda che ha scosso la politica aretina e per la quale il 2 novembre inizierà il processo dopo il rinvio a giudizio di tutti i coinvolti (undici meno i due che hanno scelto il rito alternativo, ossia Staderini e Bigiarini). E tra questi figura anche il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli.

Nelle motivazioni del verdetto ci sono lunghe parti delle conversazioni registrate proprio dal grande accusatore, l'ex vertice di Coingas. Il polverone è scoppiato quando i file "incriminati" dal pc di Staderini sono finiti nelle mani degli investigatori. Da quanto si evince secondo il Gup Lara, Estra e Coingas sono società pubbliche, elemento sempre contestato dalle difese degli altri imputati, e la nomina di Macrì a presidente sarebbe stata riconosciuta come abuso d'ufficio. Da qui la condanna nell'abbreviato. 

Per gli altri si deciderà con il processo e la partita resta ancora tutta aperta.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno