Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:50 METEO:AREZZO19°38°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 22 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Pescatore recupera in mare il bagaglio smarrito dalla compagnia navale in crociera, lei disperata: «È tutto rovinato dall'acqua salata»
Pescatore recupera in mare il bagaglio smarrito dalla compagnia navale in crociera, lei disperata: «È tutto rovinato dall'acqua salata»

Attualità mercoledì 07 luglio 2021 ore 20:30

Coingas "the day after", la politica ed i social

Sergio Staderini

Le reazioni dopo la sentenza del Gup che ha rinviato a giudizio gli imputati ed ha condannato, con il rito abbreviato, il "grande accusatore"



AREZZO — Il primo atto del processo Coingas riaccende i toni della polemica politica in città. Come abbiamo avuto modo di dire in articolo collegato, il Giudice per le indagini preliminari ha rinviato a giudizio tutti gli imputati. Tra questi anche il sindaco Ghinelli e l'assessore Merelli.

Questo ha scatenato l'immediata presa di posizione dell'opposizione, o almeno da una parte di questa, che non ha perso tempo per chiedere chiarezza e soprattutto le dimissione del primo cittadino. Tra i tanti comunicati ricevuti in redazione c'è quello del segretario provinciale del Pd Ruscelli che, a caldo, ha chiesto a Ghinelli ed al gruppo dirigente di centrodestra maggior trasparenza e senso di lealtà nei confronti degli aretini e di "spiegare pubblicamente come è possibile che sia successo tutto questo".  

Ghinelli, già nella serata di ieri, ha sgombrato il campo da possibili equivoci. Ha rotto il silenzio dietro il quale si era trincerato in questi mesi ed ha affrontato l'argomento Coingas. Lo ha fatto misurando le parole, dichiarando completa e totale fiducia nella Magistratura e soprattutto ribadendo che non si dimetterà e resterà sindaco di Arezzo fino alla scadenza del suo secondo mandato. 

Anche la reazione del web è stata "agitata". Singolare il post del "grande accusatore" Staderini che per questa vicenda è stato condannato a 2 anni con il rito abbreviato.  Ampliando il concetto che aveva espresso anche ai nostri microfoni appena dopo la lettura della sentenza, ammette di aver fatto un errore e di accettarne le conseguenze. Poi parla della sua vicenda umana che, comprensibilmente, è stata "pesante" in questi lunghi mesi. Infine sollecita il sindaco Ghinelli a maggior trasparenza e a dare il buon esempio. 

Sergio Staderini, quindi, ha voluto sfogarsi e lo ha fatto in un modo forse poco convenzionale affidando i suoi pensieri alle pagine social. Nella sue parole si legge la disperazione di chi sa bene che quella di ieri può essere solo una tappa di un "calvario" che rischia di diventare lungo e oneroso. 

Insomma una vicenda che, comunque vada, non rende onore alla città.

Andrea Duranti
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Coingas, Staderini condannato a due anni
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno