Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:36 METEO:AREZZO13°24°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
mercoledì 29 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sesso e mafia - Esca viva: Maria Concetta attirata in trappola da sua madre

Attualità lunedì 08 marzo 2021 ore 11:45

Comunità per minori, "si vaccinino gli operatori"

Lettera di Lucia Tanti all'assessore regionale Simone Bezzini. Il vicesindaco ha raccolto l'appello di alcune realtà del territorio



AREZZO — “È recependo la richiesta che ci è pervenuta da Comunità Don Bosco, Fondazione Thevenin, Associazione Casa Alberigo e Maria, Comunità La Casa Gialla, Cooperativa Comars - Comunità di Vitiano che abbiamo chiesto all’assessore regionale alla sanità di prendere in considerazione la possibilità di vaccinare tutti gli operatori, dipendenti e volontari, delle comunità per minori del territorio"

Queste le parole del vicesindaco e assessore Lucia Tanti, che aggiunge "questi luoghi di accoglienza per soggetti particolarmente fragili, come altre strutture educative che implichino la lontananza da casa, meritano evidentemente attenzione. Sono consapevole che i percorsi vaccinali seguono indicazioni nazionali, ma sono altrettanto certa che la Regione Toscana ha dei margini di discrezionalità: indirizzarla verso queste realtà ci pare opportuno”.

Così Tanti ha indirizzato una lettera a Simone Bezzini per sottolineare l’urgenza di somministrare il vaccino a questa categoria. “In caso di contagio di un minore, questi non può essere restituito alla famiglia per ovvi motivi, altrimenti non si troverebbe in comunità, né essere isolato senza alcun contatto con gli operatori. Questi ultimi sono dunque inevitabilmente portati a proseguire nel loro lavoro di cura esponendosi a rischio. S’ingenerano quindi situazioni di grande delicatezza dove emergono vari aspetti: abbiamo il diritto alla salute dell’operatore, il diritto del minore a non essere ‘abbandonato’, considerazioni di natura etica e morale che si affiancano a quelle prettamente giuridiche. Il Comune di Arezzo non poteva che essere buon ‘ambasciatore’ di questo tipo di sollecito".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno