Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:04 METEO:AREZZO11°20°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 21 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sorrentino: «Parthenope? Il miracolo della giovinezza»

Attualità venerdì 28 ottobre 2016 ore 09:57

Confronto tra 40 circoli Acli

Giornata di dibattito domani nei locali dell'oratorio salesiano di San Leo. Tanti i punti all'ordine del giorno



AREZZO — Tutti i quaranta circoli delle Acli provinciali di Arezzo si riuniscono in una giornata di dibattito e di confronto. Domani, sabato 29 ottobre, a partire dalle 9, i locali dell'oratorio salesiano di San Leo ospiteranno l'annuale appuntamento volto a far incontrare l'intero universo aclista e a tracciare un percorso comune che, dal vertice del consiglio di presidenza alla base territoriale, fornisca all'associazione una linea guida condivisa in ambito sociale e politico. 

Il presidente Stefano Mannelli ha da sempre ribadito la necessità di rivolgere attenzione ai singoli circoli che, aggregando quasi seimiladuecento tesserati, devono rappresentare centri di aggregazione sempre più vivi, luoghi dove fornire servizi e, soprattutto, sentinelle dei bisogni e delle problematiche delle famiglie, dunque questo incontro ambisce a supportare i dirigenti locali nei loro compiti attraverso gli interventi dei responsabili della sede centrale, del Caf, del Patronato e della Fap. 

La giornata si aprirà con un'approfondita analisi sui dati del tesseramento e con un confronto costruttivo per la risoluzione di eventuali problemi che i circoli incontrano nel corso della loro attività, poi saranno presentati alcuni progetti e percorsi formativi in ambiti sociali e culturali che saranno promossi sul territorio provinciale. «L'obiettivo dell'incontro - commenta Mannelli - è di creare una rete sempre più stretta tra i circoli e la sede provinciale, promuovendo lo sviluppo della base associativa e una sempre maggior integrazione del sistema e dei servizi».

La giornata si chiuderà con il pranzo solidale "Aiutiamo Amatrice" il cui ricavato verrà interamente devoluto a favore delle comunità colpite dal terremoto del centro Italia. Questa iniziativa chiude la campagna di raccolta fondi avviata dalle Acli su tutto il territorio provinciale, con l'associazione che si impegnerà ora a prendere contatti con le istituzioni di Amatrice per individuare i soggetti a cui destinare l'intera somma raccolta. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno