Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:50 METEO:AREZZO18°37°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 18 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il ricordo del Barcelona Guayaquil per Justin Cornejo: «Ora la nostra famiglia è incompleta»
Il ricordo del Barcelona Guayaquil per Justin Cornejo: «Ora la nostra famiglia è incompleta»

Politica domenica 19 aprile 2020 ore 14:50

Consiglio comunale, il Pd va all'attacco

Luciano Ralli, esponente di primo piano del Pd aretino

L'opposizione critica la scelta di discutere aliquote Imu e Imposte. Per l'opposizione servirebbero decisione forti in favore di imprese e famiglie



AREZZO — Il dibattito politico si riaccende. Se nell'ultimo mese i toni si sono placati in favore di un apprezzabile fronte comune contro il virus, alla vigilia della prima "adunanza" cittadina in "clima" Covid riprendono le schermaglie.

Domani mattina si terrà il Consiglio comunale in videoconferenza con all'ordine del giorno  temi inerenti al bilancio, come le entrate Imu, per poi passare alla discussione sugli atti di indirizzo inerenti la ripartenza.

Il Pd critica proprio gli argomenti in discussione in quanto ritiene "preoccupante" andare a stabilire le fonti di entrata quando ancora non c'è la certezza che famiglie e imprese possano far fronte.

"Famiglie e imprese pagheranno quanto hanno pagato finora, nelle intenzioni di Ghinelli e del centro destra. Ma in moltissimi casi avranno meno soldi per farlo. E tra quelli che ne avranno meno di altri, ci sono i proprietari di immobili commerciali che hanno dovuto tenere chiuso. Domanda: perché non prevedere un fondo di solidarietà che sostanzialmente rimborsi l'Imu ai soggetti più colpiti? Analoga riflessione per l'Irpef, per chi è in cassa integrazione, per le famiglie che rischiano il distacco delle utenze perché non hanno i soldi per pagare le bollette. Visto il ruolo societario del Comune nelle principali aziende di gestione, si dia perlomeno la certezza che non ci saranno distacchi per un periodo congruo".

Per il Partito democratico la preoccupazione è che venga "ingessato" il bilancio del Comune e che poi non ci saranno più margini di manovra quando la situazione reale dell'economia cittadina, post Covid e tutto ciò che ne consegue, sarà più chiara. 

"Perché non attendere la fine di maggio o, meglio ancora, luglio in virtù del decreto Cura Italia che prorogherà i termini di presentazione dei bilanci comunali?"-  chiedono da piazza Sant'Agostino.

Le opzioni, a parere del Pd, sono due. "O si assumono scelte coraggiose e straordinarie per venire incontro ai problemi delle famiglie e delle imprese oppure si attende un quadro più definito. La cosa da non fare è assumere scelte vincolanti per il bilancio che non tengano conto dell'emergenza e che ci impediranno di affrontarla nel modo migliore".

I democratici, quindi chiedono impegni concreti da parte del Comune, una strategia amministrativa a lungo respiro per l'intera comunità.

"Adesso non è sufficiente far volare i droni ma spostare le voci di spesa del Comune". 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno