Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:06 METEO:AREZZO14°22°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 21 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, Giornata Mondiale delle Api: da piazza del Popolo a Villa Pamphilj arrivano gli «spacciatori» di semi di fiori

Attualità venerdì 28 maggio 2021 ore 14:45

Crescono le ditte straniere in tutta la provincia

Anna Lapini, vicepresidente vicario Camera di Commercio Arezzo-Siena

Una azienda su tre opera nel settore delle costruzioni. Tante anche quelle che si occupano di commercio, manifatturiero e agricoltura



AREZZO — La crisi economica non frena la crescita delle imprese straniere. In base ai dati forniti da Camera di Commercio, in provincia di Arezzo l'incremento rispetto all'anno scorso è del 4% mentre in quella di Siena si registra un +2%. 

Complessivamente nell’Area Vasta sono 6.909 le aziende straniere, il 10,6% del totale imprese: in provincia di Arezzo la presenza è un po’ più elevata di quella di Siena (12% contro 8,8%), ma in entrambe i casi al di sotto del valore medio regionale (14,6%).

Poco meno di una su tre (30,7%) opera nel settore delle costruzioni e circa una su cinque nel commercio (20,8%). Aggiungendo anche il manifatturiero (12,4%) e l’agricoltura (9,8%) si coprono quasi i tre quarti del totale delle imprese straniere. Il peso degli altri settori risulta molto più basso.

"Da alcuni anni -evidenzia Anna Lapini, vicepresidente vicario della Camera di Commercio- sta crescendo il contributo che l’imprenditoria immigrata sta dando al nostro sistema economico. Pur continuando a mostrare una notevole vivacità demografica le imprese straniere hanno anch’esse, come era ovvio, subito conseguenze fortemente negative a causa della pandemia. Particolarmente colpite sono state peraltro le imprese operanti nel commercio e nel turismo, i settori più in difficolta a causa dei ripetuti lockdown, che rappresentano quasi il 30% del totale delle imprese straniere iscritte al nostro Registro delle Imprese".

In provincia di Arezzo si ha un peso maggiore delle imprese manifatturiere (16,6% contro 4,9%) mentre in quella di Siena sono le imprese straniere dell’agricoltura ad avere un peso decisamente più elevato (16,3% contro 6,4%).

Nella stragrande maggioranza si tratta di imprese individuali (74,4%), quasi tre su quattro, ed in seconda battuta di società di capitale (17,5%) e società di persone (7,4%). Si ferma allo 0,8% il peso delle altre forme societarie, in cui sono comprese le cooperative.

Per provare a capire meglio – commenta Marco Randellini, segretario generale della Camera di Commercio di Arezzo-Siena - il processo di continua crescita delle imprese straniere che va in senso contrario rispetto a quello relativo alle imprese gestite da italiani, è essenziale esaminare più in dettaglio i dati dei titolari di carica secondo la loro nazionalità. Innanzitutto, fra gli stranieri la crescita non è assolutamente omogenea: nel primo trimestre del 2021 i soggetti extra-comunitari sono infatti cresciuti molto di più rispetto ai comunitari (+3,7% contro +0,9%).
Fra i comunitari, la nazionalità romena (che rappresenta circa il 55% dei comunitari) nell’ultimo anno accusa una flessione dello 0,2%, compensata però dalla crescita di tedeschi (+3,5%), francesi (+0,8%) e britannici (+4,3%). Fra gli extra-comunitari crescono tutte le principali nazionalità, ma con passo molto diverso: spicca fra tutte la crescita dei nigeriani (+24,8%), seguita ad una certa distanza da pachistani (+7,6%), albanesi (+4,4%), statunitensi (+3,7%), marocchini (+3,1%), bengalesi (+2,7%). In flessione cinesi (-0,6%), svizzeri (-2,5)) e indiani (-0,5%). In valore assoluto, sono gli albanesi la nazionalità di gran lunga più numerosa fra gli extra-comunitari: rappresentando circa il 18% del totale.”

I settori economici in cui si concentra principalmente la presenza delle imprese straniere sono nell’ordine le costruzioni (27,6% del totale), il commercio (18,1%), il manifatturiero (12,4%), l’agricoltura (11,5%) ed i servizi di alloggio e ristorazione (9,8%).


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno