Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:44 METEO:AREZZO11°20°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 21 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, rapinano taxi con maschera da clown: l'aggressione ripresa dalla telecamera dell'auto

Attualità domenica 21 febbraio 2021 ore 07:10

Un Criscuolo al giorno toglie il Segretario di torno

Fa la domanda, viene scelto, firma il contratto e dopo una settimana ci ripensa e se ne va. L'epopea del dirigente "più veloce" di Palazzo Cavallo



AREZZO — Mai Segretario Generale è stato così veloce. Matrimonio e divorzio in appena una settimana. Sì, perché l'era Pasquale Crisculo a Palazzo Cavallo è durata poco meno di 10 giorni.

Ma veniamo ai fatti. L'avvocato calabrese era il Segretario Generale del Comune di Genova. Poi qualche screzio con il sindaco Bucci e la decisione di lasciare la Liguria per Arezzo dove, dopo l'uscita di scena di Franco Caridi, c'era l'affannosa ricerca di un dirigente comunale all'altezza

Arriva ad Arezzo, vince il bando e firma il contratto che lo lega a Palazzo Cavallo. Fin qui tutto bene. Lui lontano da Genova e Arezzo forte di una figura dall'indiscutibile spessore professionale, viste le esperienze pregresse. Quindi tutti felici e contenti? Ma neanche per sogno.

Bucci ci ripensa e chiama Criscuolo. Forse le telefonate sono state più di una e tra i due scoppia di nuovo l'idillio. Ma Criscuolo aveva già preso possesso degli uffici di Palazzo Cavallo, aveva persino partecipato alla prima giunta in veste di Segretario Generale. Quindi il buon avvocato cosa fa? Notte tempo fa armi e bagagli, rassegna le dimissioni dall'incarico ad Arezzo e se ne ritorna in quel di Genova. Insomma, come quando dopo una notte di straordinaria passione la mattina ci si sveglia e senza far rumore si lascia un biglietto di saluti sopra il comodino per poi tornare a casa. Certo, la scena di Criscuolo con le scarpe in mano che scende gli scalini di Palazzo Cavallo è un po' inquietante, ma rende l'idea.

Così Bucci riabbraccia il figliol prodigo e Ghinelli torna a grattarsi la testa in attesa di trovare il Segretario Generale che, scherzi a parte (questa vicenda sembra una sceneggiatura della popolare trasmissione televisiva ndr), è una figura centrale dell'Amministrazione cittadina.

Sul caso le opposizioni si sono scagliate e anche divertite. Certo, dopo la fine "tumultuosa" del rapporto con Caridi e l'abbondono di Criscuolo, adesso Ghinelli dovrà dare un po' di spiegazioni in Consiglio comunale ma evidentemente quello del Segretario è un po' il tallone d'Achille di questa Amministrazione che, nel corso di questi anni, ne ha cambiati a bizzeffe. Ma stavolta non ci sentiamo di dare tutte le colpe a Ghinelli.

L'esimio avvocato Pasquale Criscuolo non ha fatto quello che si definirebbe un "bel figurone". Accettare un incarico e ripensarci nel giro di 10 giorni è un record che finirà nei libri di storia. Probabilmente da uomo del sud quale è il richiamo del mare è stato più forte di quello della collina. Anche se, forse, sarebbe stato meglio pensarci prima. 

Alla fine di tutto, ciò che conta è essere contenti. L'avvocato lo è perché torna dal suo grande "amore", professionale s'intende, e gli aretini lo sono perché hanno capito che per Criscuolo il Comune di Arezzo era solo un ripiego. 

E poi, come si usa dire, "morto un Papa se ne fa sempre un altro" ( o almeno si spera).

Andrea Duranti
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno