Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:AREZZO19°39°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 19 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine

Attualità martedì 04 agosto 2020 ore 09:01

Cup telefonico, nuovo gestore e diritti garantiti

La soddisfazione di Fiom e FP Cgil che hanno gestito il passaggio dei lavoratori tra vecchio e nuovo



AREZZO — Il Cup telefonico della Asl Toscana Sud Est è passato dall'Althea Group alla Cooperativa Sociale Sintesi

In merito a questo passaggio, Fiom e Fp Cgil hanno trattato e ottenuto le necessarie garanzie contrattuali e salariali per i lavoratori che adesso passano da un'azienda metalmeccanica a una cooperativa sociale .

"Abbiamo ottenuto risultati importanti anche in considerazione della complessità dell’appalto che era su scala Regionale - affermano Alessandra Ricciarini e Antonio Fascetto, dirigenti della Funzione Pubblica e della Fiom Cgil -  L'accordo che abbiamo firmato prevede il mantenimento di una serie di diritti. In particolare stessa sede e dello stesso orario di lavoro, retribuzione in essere al momento del passaggio, senza nessun tipo di riassorbimento futuro, mantenimento degli scatti di anzianità".

Garantita anche una serie di diritti: il riconoscimento dell'art 18 della legge 300 e quello della retribuzione del lavoro straordinario senza ricorso all'istituto della flessibilità e quindi alla Banca ora; la stabilizzazione di lavoratori interinali; il consolidamento dei contratti part time attraverso una riparametrazione migliorativa per compensare le differenze tra il contratto nazionale dei metalmeccanici industria e quello della cooperazione sociale. Infine il riconoscimento strutturale del corrispettivo economico dell'Elemento Perequativo previsto dal contratto metalmeccanici industria e assente nel contratto della cooperazione sociale.

"Siamo soddisfatti di questo accordo - commentano Fascetto e Ricciarini -  La trattativa non è stata semplice, nonostante alcuni aspetti prioritari fossero già stati disciplinati dal verbale di Accordo Quadro Regionale, sottoscritto dai sindacati e dalla Rete di Imprese. Per noi era prioritario garantire la conservazione dei diritti acquisiti dalle lavoratrici e dai lavoratori. E dal nostro punto di vista, valutazione condivisa anche dai dipendenti, l'obiettivo è stato conseguito. Infine valutiamo positivamente anche il fatto che, in questa complessa vertenza, non è stata compromessa la continuità del servizio ai cittadini".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno