Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:17 METEO:AREZZO14°24°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 28 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Federico Rampini e la nuova Arabia Saudita: possiamo fidarci di bin Salman?

Attualità giovedì 02 giugno 2016 ore 15:00

Dalla scuola al teatro nel nome dell’inclusione

Si chiama “La via dei Romei” e va in scena ad Arezzo e a Cortona. Progetto di Estra con il Liceo musicale e la onlus Amici di Alice



AREZZO — Dal banco di scuola al palcoscenico del teatro. Il Liceo Musicale Petrarca mette in scena, come evento conclusivo di un progetto di alternanza Scuola lavoro, lo spettacolo La via dei Romei, una favola musicale di Ambrogio Sparagna che racconta le avventure di Crispino e Procopio, pellegrini sulla via dei Romei.

Duplice appuntamento: sabato 4 giugno al teatro Mecenate di Arezzo e martedì 7 giugno al Signorelli di Cortona. Entrambe le rappresentazioni alle ore 18. Lo spettacolo è a cura di Cecilia Luzzi in collaborazione con Perditha Gschwandtner Frosini, Alessandro Panchini, Paola Ciolino, Roberto Bichi, Samuele Boncompagni, Laura Corbo, Ilaria Capi, Rossana Ragonese, Gloria Albanese e con il Dirigente scolastico Mariella Ristori.

E rientra nel progetto che è stato promosso da Estra Spa nella sua ormai consolidata collaborazione con il Liceo Musicale di Arezzo e, in questo caso, anche con l’associazione onlus Amici di Alice. Vi hanno partecipato gli studenti del Liceo Musicale e di quattro Istituti Comprensivi: Paliotti di Cortona, Convitto Vittorio Emanuele di Arezzo, Leonardo Bruni e Curina di Arezzo.IL

Il progetto, nato dall’esigenza di sviluppare azioni finalizzate alla crescita culturale e all’inclusione sociale dei giovani, ha offerto agli studenti del Liceo musicale l’opportunità di sperimentarsi come insegnanti, dopo una formazione sulla didattica del canto di Paola Ciolino e sotto la guida di Perditha Gschwandtner, a fianco dei docenti delle scuole primarie.

Punto di forza è stata la progettazione degli interventi partendo dalla valorizzazione di abilità e competenze degli alunni in situazione di svantaggio, con l’obiettivo di innescare quel processo di “empowerment”, di presa di coscienza delle proprie possibilità, per incrementare l’autostima e favorire l’interazione fra gli alunni e l’empatia.

Un’empatia che ha coinvolto chi ha condiviso la strada tortuosa che ha portato – come Crispino e Procopio, o i pellegrini lungo l’antica Via dei Romei – alla meta di questo spettacolo: Perditha Gschwandtner che ha fatto conoscere la musica composta da Ambrogio Sparagna, Alessandro Panchini che, con il supporto dei colleghi del Liceo, ha curato la trascrizione e l’adattamento, ma soprattutto gli alunni del Liceo Musicale che con grande impegno e serietà hanno lavorato a questo progetto. Un esempio di apprendimento fra pari, una bella collaborazione fra istituti scolastici diversi e realtà produttive del territorio accomunate dal riconoscere alla musica e all’attività teatrale un forte valore culturale, comunicativo e aggregante .


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno