Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:26 METEO:AREZZO11°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 25 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Joe Biden: «Donald Trump è un dittatore, vuole vendetta»

Spettacoli domenica 29 maggio 2016 ore 16:00

Il teatro contro la droga

"Stupefatto" andrà in scena domani al "Pietro Aretino". Racconta la storia vera di un ex tossicodipendente. Coinvolte le scuole del territorio



AREZZO — Si intitola “Stupefatto” lo spettacolo di Enrico Comi promosso dall'associazione Il Baluardo di Arezzo, con il patrocinio del Comune, assessorato alle pari opportunità, che andrà in scena domani, lunedì 30 maggio, al Teatro Pietro Aretino alle 10,30 e in replica alle 21. È stato presentato dal presidente dell’associazione Lorenzo Roggi e dall’assessore Tiziana Nisini. “La giornata ha come scopo la sensibilizzazione dei più giovani su tematiche importanti quali lo spaccio e il consumo di sostanze stupefacenti” - ha spiegato lo stesso Roggi.

“Ho sposato subito questa iniziativa, perché oltre a essere assessore sono una mamma – ha aggiunto Tiziana Nisini. Le droghe sono un problema, difficile da spiegare e da far comprendere ai ragazzi. Ho conosciuto telefonicamente Enrico Comi che ha vissuto, amato, odiato le droghe e può far capire cosa è l’inferno delle sostanze stupefacenti. È recentissima la notizia che le forze dell’ordine hanno trovato droga negli zaini di quattordicenni aretini. Sono contraria alla sua legalizzazione, fa male e deve essere bandita. I ragazzi vanno tutelati, protetti, facendo loro comprendere quali rischi corrono”.

Avvalendosi dell’aiuto di una compagnia di teatro popolare, Itineraria, l’associazione metterà in scena lo spettacolo tratto dall’omonimo romanzo di Enrico Comi. Questo lavoro, premiato anche dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, patrocinato da tantissime amministrazioni pubbliche, racconta le vicende del protagonista, Enrico Comi appunto, ex tossicodipendente, e della sua lunghissima e dolorosa battaglia per la riabilitazione.

“Un’opera dedicata a ragazzi, adulti, insegnanti, educatori e a chiunque si sia mai chiesto cosa siano le droghe, i loro effetti, il perché un giovane decide di farne uso, perché non è facile uscirne e perché è importante farlo. Allo spettacolo della mattina, infatti, sono stati invitati i ragazzi delle scuole superiori cittadine” ha concluso Roggi.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno