Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:32 METEO:AREZZO14°22°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 24 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Lo yacht extra-lusso si arena su una spiaggia a Formentera
Lo yacht extra-lusso si arena su una spiaggia a Formentera

Attualità mercoledì 17 giugno 2020 ore 15:53

Decreto rilancio, Acli in prima linea

Il patronato ha riaperto gli sportelli al pubblico e sta lavorando senza sosta per assistere i cittadini nella presentazione delle domande



AREZZO — Confermata la riapertura degli sportelli del patronato Acli che sta lavorando alacremente per garantire assistenza ai cittadini che vogliano informazioni o presentare domanda per accedere alle misure di sostegno previste dal Decreto Rilancio. 

Una particolare attenzione è stata rivolta al Reddito di Emergenza che garantisce una prestazione economica emergenziale per due mensilità di importo variabile tra i 400 e gli 840 euro in relazione alla composizione del nucleo familiare. I requisiti per farne richiesta sono un Isee entro i 15.000 euro, la residenza in Italia, un reddito familiare ad aprile 2020 entro lo stesso Reddito di Emergenza e un patrimonio immobiliare al 31 dicembre 2019 di importo inferiore a 10.000 euro per persona, ma poi sussistono condizioni di incompatibilità legate anche alla percezione di altri sostegni economici. 

Un’ulteriore misura prevista è quella dell’Indennità Covid-19 per Lavoratori Domestici. La prestazione economica prevede un importo di 500 euro per aprile e maggio che verrà erogato in soluzione unica, mentre il requisito è la sussistenza di un lavoro domestico regolarizzato al 23 febbraio per almeno dieci ore settimanali e la non convivenza con il datore di lavoro.

Poiché possono sussistere incompatibilità con l'erogazioni di altri sussidi, è necessaria una valutazione puntuale e professionale della situazione di ogni singolo soggetto. Il patronato consiglia pertanto di fissare un appuntamento, a titolo gratutito, orientato all’inoltro della domanda, chiamando il numero 0575/21.700.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno