Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:AREZZO12°26°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 13 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Medioriente, nave attaccata vicino a Stretto di Hormuz: sospetti sull'Iran

Attualità giovedì 31 marzo 2016 ore 15:49

Donella Mattesini: “ Mai più animali nei circhi”

Stop allo sfruttamento e alla crudeltà nei circhi, una vera e propria rivoluzione nella storia del circo. La legge è stata presentata al Senato



AREZZO — I cittadini italiani sono sempre più sensibili al tema dello sfruttamento degli animali nei circhi e il loro impiego è da tempo aspramente criticato, dato che gli animali sono obbligati a vivere in spazi inadatti alla loro specie, spesso vengono incatenati e il loro addestramento è purtroppo più simile a una tortura. Ma l’Italia sta per dire addio ai circhi con animali. I ministri Dario Franceschini e Pier Carlo Padoan hanno presentato al Senato un Disegno di legge che prevede la graduale eliminazione dell’utilizzo degli animali nello svolgimento delle attività circensi. "Mai più animali nei circhi. Non è più un'utopia o una speranza dei soliti animalisti ma una realtà che nel nostro Paese si realizzerà grazie al ministro Franceschini e al suo ddl approvato dal Consiglio dei ministri e ora all'esame del Senato". Lo afferma la senatrice del Partito democratico Donella Mattesini già sottoscrittrice di numerosi disegni di legge e ordini del giorno in favore dei diritti degli animali. Dopo tanti anni presto l’Italia potrà rinunciare all’impiego di animali addestrati negli spettacoli circensi. Ricordiamo che i circhi, per una legge del 1968 sono considerati imprese con finalità sociale e che ancora oggi ricevono contributi per circa 7 milioni di euro da parte del Ministero dei Beni Culturali dal Fondo per lo spettacolo. Ora il Governo potrà decidere di ridurre i contributi economici per i circhi, fino ad azzerarli nel 2018. "Sarà sicuramente un percorso graduale ma l'iniziativa promette di essere una vera e propria rivoluzione nella storia del circo che avrà per protagonisti non più gli animali, ora finalmente liberi da angherie e soprusi per soddisfare spettatori ignari delle loro sofferenze, ma acrobati, pagliacci e spettacoli di arte e magia che tanto incantano la fantasia di grandi e piccini", conclude Mattesini.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno