Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:AREZZO20°35°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 20 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Geppi Cucciari contro i ladri di conghiglie e sabbia della Sardegna
Geppi Cucciari contro i ladri di conghiglie e sabbia della Sardegna

Attualità venerdì 21 giugno 2024 ore 18:30

Ematologia, donazione al Day Hospital

Dal Rotary Arezzo e Ail la donazione in occasione della Giornata Nazionale dedicata alla cura delle luecemie, linfomi e mielomi



AREZZO — Dieci stampe per abbellire e rendere più confortevole l’attesa per terapie e visite al Day Hospital dell’Ematologia. Sono quelle che Rotary Club Arezzo e Ail aretina hanno donato al reparto diretto dal dottor Ubaldo Occhini. Una donazione che avviene in occasione della Giornata nazionale dedicata alla cura delle leucemie, dei linfomi e dei mielomi che si celebra il 21 giugno.

Ogni giorno l'ematologia di Arezzo cura più di 30 persone affette da questo tipo di patologie oncoematologiche, sia in regime di ricovero che in Day Hospital. Reparto di degenza e Day Hospital che sono stati recentemente ristrutturati dalla direzione dell'ospedale e arredati con il finanziamento dell'AIL Federico Luzzi di Arezzo. In tutto nove stanze singole di degenza ordinaria, con televisione e frigorifero, cui si affianca il Day Hospital costituito da una stanza accettazione, 2 stanze con letti e una stanza con poltrone, 3 ambulatori e stanze di servizio.

«Oltre alla qualità delle cure messa in atto da tutto il personale medico e infermieristico – spiega il dr. Ubaldo Occhini, direttore Ematologia e Day Hospital - era necessario migliorare l'accoglienza dei malati oncoematologici in modo che potessero trovare un ambiente sereno e piacevole, bello nei limiti del possibile con poltrone confortevoli, spazi e personale adeguato. Ed è proprio in questo senso che va la donazione dei quadri fatta dal Rotary e dell'AIL e che sono stati posizionati nel corridoio del DH. A loro va il più sentito rigraziamentto da parte mia e dei miei collaboratori».

«I malati oncoematologici hanno una speranza di vita mediamente lunga, di parecchi anni – prosegue il dr. Occhini - ma anche le cure sono spesso lunghe anni, specialmente per le leucemie e per i mielomi. Molti malati ematologici diventano malati cronici e l'Ematologia diventa per questi pazienti un luogo dove vengono spesso, quasi una seconda casa e come tale deve essere accogliente. Naturalmente tutto questo deve essere accompagnato dalla competenza e dalla gentilezza del personale, senza le quali l'ambiente di lavoro sarebbe solo una scatola vuota».

«Come Rotary Club Arezzo abbiamo scelto di donare al Reparto qualcosa di particolare con lo scopo di animare le pareti del reparto e lo spirito dei pazienti - spiega Marco Genalti, presidente Rotary Club Arezzo -: sono stampe di foto artistiche a tema marino realizzate dalla moglie di un nostro socio. La nostra speranza è che possano allietare lo spirito di chi le guarda. Oltre a queste stampe come Rotary Club Arezzo devolviamo alla Ematologia una cifra in denaro che abbiamo raccolto fra i nostri soci e che i responsabili del Reparto decideranno come impiegare a seconda delle necessità».

«Dal 2009 lavoriamo senza sosta per alleviare le sofferenze dei malati ematologici di Arezzo e provincia in ricordo di Federico – dice Francesca Luzzi, segreteria AIL Arezzo -. Con l'assistenza domiciliare medica e psicologica e con la ristrutturazione completa del reparto e del day hospital cerchiamo ogni giorno di rendere più sopportabile la malattia».


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno