comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
AREZZO
Oggi 17°30° 
Domani 15°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 06 luglio 2020
corriere tv
Decreto rilancio, ecco le novità da sapere

Attualità martedì 02 giugno 2020 ore 15:32

Festa della Repubblica, le speranze del Prefetto

Anna Palombi ricorda come il 2 giugno rappresenti un giorno importante per il popolo che, stringendosi al Tricolore, saprà ripartire



AREZZO — Festa della Repubblica diversa ma altrettanto sobria e ricca di significati. Poca gente davanti al monumento nei pressi della Croce Bianca dove il Prefetto, Anna Palombi, alla presenza delle massime autorità civili e militari cittadine, ha deposto una Corona di alloro ai Caduti. 

"Siamo affezionati a questa festa perché è una festa del popolo, della città - sottolinea il Prefetto di Arezzo. Stamani ho assistito in Tv alle celebrazioni a cui ha preso parte il Presidente Mattarella, ho visto tante bandiere sventolare. Questo è importante, ci dobbiamo stringere attorno al Tricolore perché ci dà la forza e la libertà, che ultimamente ci è stata negata per i noti motivi sanitari. Ma sono convinta che ce la faremo, risorgeremo".

Sono passati ben 74 anni da quando gli italiani vennero chiamati a scegliere tra Monarchia e Repubblica. Il popolo decise che non voleva più sottostare alla dittatura e scelse la Repubblica, la libertà di decidere chi e come governare il Paese.

Oggi il popolo si ritrova a riassaporare quel gusto di libertà, dopo tre mesi passati in "letargo" da domani finalmente si può smuovere, andare in giro liberamente per l'Italia senza limitazioni, se non quelle del rispetto delle norme sanitarie in vigore.

Insomma, una Festa della Repubblica diversa, con meno gente ma con un sapore nuovo che sa di libertà.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità