Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:29 METEO:AREZZO13°25°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 28 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
California, lo spettacolo degli arcobaleni lunari tra le cascate dello Yosemite

Cronaca sabato 05 dicembre 2020 ore 20:27

Flagello maltempo, allagamenti, pericolo alberi

I Vigili del Fuoco hanno effettuato 70 interventi. Ecco nel dettaglio le zone maggiormente colpite da vento e pioggia. Pietre cadute dalla Pieve



AREZZO — Da ore il maltempo tiene sotto scacco l'Aretino. In particolar modo il vento forte e la pioggia. I Vigili del Fuoco da ieri sera a oggi hanno svolto circa 70 interventi di soccorso. 

Sono dovuti entrare in azione per intonaci, grondaie, alberi e rami pericolanti. Ma anche per svuotare scantinati allagati dall'acqua o rimuovere ostacoli dalle strade. 

Impegnate circa trenta unità operative dislocate su tutto il territorio  provinciale, con il supporto di 10 mezzi di soccorso, che sono ancora in allerta ed in attività. Inoltre, il Comando ha predisposto anche il potenziamento della Sala Operativa con l'attivazione della Sala Crisi con postazione di Topografia Applicata di Soccorso per Pianificazione dell'Emergenza. 

I Vigili del Fuoco hanno spiegato che alle 17 avevano cinque interventi in corso e altrettante ulteriori chiamate da evadere. Questa la situazione a quell'ora, che dimostra come l'emergenza, determinata dall'allerta meteo arancione, stia interessando la città e tutto il territorio aretino.

In località Scopetone si è verificata una caduta di sassi ed è stata interrotta la viabilità per Peneto

Rami pericolanti, invece, in via Cenne della Chitarra

Purtroppo anche Santa Maria della Pieve, in pieno centro storico, ha visto il distacco di pietre pericolanti


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno