Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:30 METEO:AREZZO12°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 25 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
«Viva la libertà, dannazione!»: Milei abbraccia Trump

Giostra Saracino venerdì 18 agosto 2023 ore 19:00

Giostra, una sfida sognando cappotto e rivincite

Dopo la vittoria di Sant'Andrea a giugno come arrivano in piazza. Tra una settimana la presentazione della lancia d'oro dedicata all'Arezzo calcio.



AREZZO — Una settimana al primo rullo di tamburo e squillo di chiarina per entrare in pieno clima saracino in attesa di domenica 3 settembre quando alle ore 17 il quinto colpo di mortaio annuncerà l’ingresso in piazza delle comparse. Sono passati due mesi dal tripudio del popolo bianco verde davanti alla colonna infame dove il Rettore Maurizio Carboni e il Capitano Andrea Gavagni alzavano la lancia d'oro al cielo.

Si riparte da qui dalle certezze di una giostra spettacolare quella vinta da Porta Sant’Andrea con la coppia giostratori Tommaso Marmorini e Saverio Montini che si è consacrata vincente dopo un inverno passato a lavorare ascoltando gli insegnamenti del Re della piazza Martino Gianni.

Saranno proprio loro, i vincitori della edizione di giugno, i giostratori da battere per evitare che il quartiere di via delle Gagliarde possa confezionare il cappotto che lo porterebbe in testa all’albo d’oro della manifestazione assieme a Porta Santo Spirito.

I gialloblù guidati da capitan Geppetti sono il quartiere che a giugno è uscito sconfitto dalla piazza con sei punti. Il due di Gianmaria Scortecci tagliò dai giochi per la vittoria la colombina. Santo Spirito dal 2012 ad oggi ha dominato la piazza vincendo a ripetizione, è un quartiere che dopo la “scuola Martino” ha imparato a vincere e rivincere. Scortecci e Cicerchia sono abituati a vincere e superare qualsiasi tipo di difficoltà (basta tornare indietro al 2016 ricordando il blocco delle scuderie) la voglia di riscatto e di vittoria sarà fortissima e la vittoria della lancia d’oro dedicata all’Arezzo calcio passerà inevitabilmente dai tiri dei giostratori gialloblu.

Porta del Foro arriva a settembre sotto una nuova luce. Dopo la sconfitta al secondo spareggio di giugno subita ai danni di Sant’Andrea la coppia ParsiRossi ha dimostrato nei fatti di essere forte e competitiva. Il quartiere giallo cremisi si aspetta la conferma ma soprattutto vuole alzare la lancia d’oro al cielo per tornare alla vittoria che manca dal 2019 e ritrovare quella competitività che negli anni ’90 ha portato molte vittorie a San Lorentino.

La storia di Porta Crucifera dice che i rossoverdi non amano stare troppo a digiuno di vittorie, l’ultima è quella conquistata il 5 settembre 2021 con la rottura della lancia su tiro di Rauco. Colcitrone a giugno ha fatto esordire il giovane Niccolò Paffetti in coppia con Lorenzo Vanneschi. La coppia di Porta Crucifera è uscita dalla piazza con il doppio quattro. Il capitano Alberto Branchi, diventato babbo da pochi giorni, sa bene che senza colpire il centro un quartiere oggi non può essere competitivo. I suoi giostratori il cinque lo hanno nella lancia e quindi sono a pieno titolo in corsa.

Tutti si aspettano emozioni e spettacolo così come ci è stato regalato dai protagonisti lo scorso 17 giugno, settembre richiama sempre un livello tecnico superiore per raggiungere la vittoria, se così sarà aspettiamoci una giostra epica.

Paolo Nocentini
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno