comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:10 METEO:AREZZO12°17°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 25 ottobre 2020
corriere tv
Speranza e il suo libro: «In questo momento non posso impegnare il mio tempo per le presentazioni»

Attualità venerdì 16 ottobre 2020 ore 13:00

Giunta fatta sull'asse Tanti-Casi

Vicesindaco è la pretoriana di Ghinelli. La Lega ottiene un assessorato pesante con la novità della delega alle Frazioni



AREZZO — Giunta fatta. Lo abbiamo anticipato ieri: Alessandro Ghinelli ha chiuso il cerchio attorno alla squadra di governo. Nomi e deleghe scelti e assegnati secondo il criterio delle competenze oltrechè degli assetti interni alla maggioranza. 

Quattro donne e quattro uomini affiancheranno il sindaco che si tiene le deleghe a Cultura, Polizia municipale, Affari Generali, Affari Legali e Comunicazione.

Casella-chiave è quella del vicesindaco e sarà Lucia Tanti ad assumere l’incarico mantenendo anche le deleghe del precedente mandato amministrativo: Sanità, Sociale, Scuola e Famiglia. Un pacchetto di leve politico-amministrative che accresce il peso della “pretoriana” di Ghinelli, tra gli artefici del successo della lista civica Ora Ghinelli 2025 e campionessa di preferenze (348).

Ma c’è un altro uomo-chiave nella nuova squadra di governo: è Alessandro Casi, segretario comunale della Lega e da poche ore neo-assessore a Opere pubbliche, Manutenzione, Trasporti. A questo si aggiunge la delega alle Frazioni e alle Periferie, uno dei cavalli di battaglia della Lega in campagna elettorale. Un assessorato strategico negli assetti del governo cittadino che sul piano politico rappresenta il punto di caduta della mediazione del sindaco con la Lega che rivendicava il vicesindaco essendo uscita dalle urne come primo partito della coalizione.

Per la Lega entra in giunta anche Monica Manneschi, già consigliere comunale e rettore della Fraternita dei Laici. Si occuperà di Politiche per la casa, Innovazione Tecnologica, Semplificazione.

Le riconferme sono i tecnici che Ghinelli vuole con sé nel secondo mandato: Marco Sacchetti all’Ambiente e Alberto Merelli al Bilancio.

Fratelli d’Italia porta nel governo cittadino due donne. Giovanna Carlettini e Francesca Lucherini. Per Carlettini sono pronte le deleghe a Personale, Pari Opportunità, Integrazione. Si aggiunge un compito nuovo perché Carlettini si occuperà anche dei Diritti degli animali.

Per Francesca Lucherini, architetto, c’è una delega importante: Urbanistica e assetto del territorio.

Due gli assessori della lista civica OraGhinelli 2025: oltre a Tanti,  Simone Chierici  guiderà un assessorato strategico che in un certo senso riassume il “pacchetto Comanducci” integrandolo con la parte delle Attività Produttive. A lui Ghinelli ha assegnato Turismo, Grandi eventi, Fiera, Comparto Orafo, Partecipate.

Forza Italia esprime un assessorato con Federico Scapecchi che si occuperà di Sport e Politiche Giovanili.

Dunque giunta fatta e già oggi dovrebbe essere ufficializzata negli atti istituzionali previsti dal regolamento. Uno schema complessivo con i nomi in ciascuna casella che  Qui News Arezzo aveva anticipato già il giorno della vittoria elettorale. 

Resta da definire la casella della presidenza del Consiglio comunale, ma sembra giù certa una staffetta  Fdi-Lega: si saprà di più giovedì prossimo, giorno di insediamento del parlamentino.

Alessandro Casi

Una delle new entries della nuova giunta  è Alessandro Casi, ingegnere, che a 34 anni sale nella stanza dei bottoni di Palazzo Cavallo portando con sé la competenza e l’entusiasmo di un giovane professionista. “Sento la grande responsabilità del ruolo ma ho tanta voglia di fare e lavorare perché a livello professionale ho sempre avuto ruoli che mi hanno responsabilizzato”, commenta con l’emozione della prima volta. 

Casi che guida la Lega a livello comunale spiega così la mediazione e il punto di equilibrio sul nodo vicesindaco: “E’ stato un confronto sempre costruttivo con il sindaco e le deleghe che mi sono state assegnate rappresentano una leva operativa importante per noi, rispetto al ruolo più istituzionale del sindaco. Non solo, ma noi tenevamo tantissimo ad occuparci di Frazioni e Periferie, è stato il nostro cavallo di battaglia in campagna elettorale e sono onorato di poter lavorare su questo versante. Se nei primi cinque anni abbiamo operato per valorizzare il centro della città, ora è il momento di alzare l’orizzonte e far crescere le frazioni e il territorio”. 

Il primo atto che si impegna a fare è “capire perché ci sono lavori pubblici che devono partire e non sono ancora partiti; dopodichè renderli subito eseguibili”. 

Casi è “carico” e affronta la nuova esperienza sapendo perfettamente che su di lui e il suo assessorato si appuntano le aspettative degli aretini. “Ne sono consapevole e non vedo l’ora di cominciare perché io sono nato e cresciuto ad Arezzo, non mi sono mai mosso un giorno dalla mia città alla quale sono profondamente legato. Ho desiderio e volontà di darmi da fare per migliorare la qualità della vita della gente e sono contento che il criterio seguito da tutti noi con in testa il sindaco Ghinelli per la composizione della nuova giunta è stata la competenza delle persone chiamate a lavorare per la città”.

Oggi pomeriggio la firma, poi l’ingresso nel nuovo quartier generale all’ombra del Cavallino.

Lucia Bigozzi
© Riproduzione riservata



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Sport

Attualità

Attualità