Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:24 METEO:AREZZO17°30°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 14 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Modena, assalto a un portavalori sull'A1: chiodi e spari

Attualità giovedì 22 settembre 2016 ore 18:47

I macellai toscani organizzano cena di beneficenza

L'evento è in programma domenica 25 settembre nella parte alta della città di Arezzo. Il ricavato sarà devoluto alle popolazioni terremotate



AREZZO — I macellai toscani hanno scelto la città di Arezzo per organizzare una grande cena di beneficenza a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto.

L’appuntamento, organizzato da Federcarni Toscana, con la collaborazione di Confcommercio Toscana ed il patrocinio del Comune di Arezzo, è per domenica 25 settembre dalle 18. A fare da scenografia alla serata sarà la parte alta del centro storico, compresa tra la Fortezza medicea e il Duomo.

L’evento vedrà rappresentata tutta la Toscana nel segno della solidarietà: obiettivo comune di tutti i macellai, guidati dal presidente regionale Alberto Rossi e dai presidenti provinciali, è quello di mettere l’eccellenza della tradizione gastronomica al servizio di una buona causa. I fondi raccolti saranno, infatti, destinati alle aree colpite dal sisma dell’agosto scorso e verranno utilizzati per la ricostruzione o per coprire le esigenze contingenti.

20 euro la quota individuale di partecipazione, 10 per i ragazzi dai 10 ai 15 anni e gratis fino ai 10 anni. Obbligatoria la prenotazione al numero di telefono 0575350755 o al 3497923090, oppure scrivendo a info@confcommercio.ar.it.

La serata si apre alle 18 con un aperitivo in Fortezza e prosegue ai piedi dell’antica cattedrale aretina, tra via Ricasoli, piazza della Libertà e piazza del Duomo, dove saranno allestiti gli stand del buffet e i tavoli apparecchiati dove consumare le pietanze. La musica sarà a cura del maestro Enzo Scartoni

Nel menù gli antipasti a base di specialità toscane come i crostini rossi e neri, i formaggi e i salumi, tra i quali la tarese e la soppressata; poi i primi con i sughi di carne e verdure e i secondi di carne: salsicce e hamburger alla griglia, roastbeef, straccetti di pollo, tacchino e la porchetta di Monte San Savino.

“E’ una bella iniziativa che ha l’obiettivo di dare un aiuto concreto alle popolazioni colpite dal sisma dello scorso agosto – ha spiegato il sindaco Alessandro Ghinelli – Sono stato personalmente nelle zone terremotate e li c’è bisogno veramente di tanto: non c’è dubbio che abbiano necessità del sostegno di tutti per ripartire e tornare alla normalità. Ringrazio, quindi, gli organizzatori di questa cena di beneficenza, un momento conviviale per dimostrare vicinanza alle popolazioni martoriate dal sisma e fornire loro un contributo importante. So che le adesioni sono già molte e per questo ringrazio anche gli aretini, che quando si tratta di mettersi in gioco per solidarietà non si tirano mai indietro. La dimostrazione l’abbiamo già avuta con le consistenti donazioni fatte al centro di raccolta, allestito presso il Teatro Tenda, coordinato dal Comune insieme alle associazioni di volontariato del territorio”.

“Vogliamo che sia un momento di condivisione forte, una festa per il cuore ma anche per il palato - ha sottolineato il presidente di Federcarni Toscana, l’aretino Alberto Rossi - stiamo preparando un menù d’eccezione con i prodotti selezionati che i nostri fornitori molto generosamente ci hanno regalato. In questo modo, non ci saranno spese vive da coprire e il ricavato potrà andare per intero a chi in questo momento ne ha bisogno. È una piccola cosa, lo sappiamo bene, ma è comunque un segno tangibile della nostra vicinanza. La nostra categoria non si tira mai indietro quando c’è da lavorare per la solidarietà. In fondo, è un modo di restituire alla gente quanto riceviamo quotidianamente con la nostra professione in termini di gratificazioni personali e soddisfazione economica”.

“Il sistema Confcommercio si è mobilitato da subito per sostenere la gente di Amatrice, di Accumoli e tutti gli altri centri così duramente colpiti dal sisma - ha detto la presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini - il nostro pensiero va anche ai tanti imprenditori che hanno perso tutto e che si stanno impegnando per ricominciare il prima possibile, insieme ai loro collaboratori e dipendenti. E proprio per questo sarà nostro ospite alla cena il presidente provinciale della Confcommercio di Rieti Leonardo Tosti, che farà il punto della situazione anche dal punto di vista delle imprese”.

“Ringraziamo la città di Arezzo nella persona del sindaco Alessandro Ghinelli, che ci sostiene offrendo il supporto logistico all’iniziativa. E un ringraziamento va anche all’Arcivescovo della Diocesi di Arezzo-Cortona e Sansepolcro Riccardo Fontana che per la serata ha concesso la disponibilità di piazza del Duomo - ha aggiunto il direttore generale di Confcommercio Toscana Franco Marinoni. I presupposti per il successo, a questo punto, ci sono tutti: una nobile causa, uno scenario di grande bellezza, un menù d'eccezione elaborato dai maestri macellai di tutta la Toscana, con le migliori specialità della tradizione. Confidiamo adesso nell’adesione massiccia delle persone - ha detto Marinoni - le prenotazioni stanno già fioccando, ci piacerebbe davvero fare il tutto esaurito”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nel capoluogo dopo mesi nessun positivo rilevato. Contagiati al minimo, ma stesso numero di tamponi di ieri. I malati odierni tutti in Valdichiana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità