Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:39 METEO:AREZZO21°36°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 16 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
L'arrivo di Trump alla convention repubblicana con l'orecchio bendato
L'arrivo di Trump alla convention repubblicana con l'orecchio bendato

Attualità martedì 14 settembre 2021 ore 09:00

​Il futuro attraverso ambiente, salute e lavoro

Una tre giorni di incontri e dibattiti dal 16 al 18 settembre, organizzati da 'Arezzo 2020 per cambiare a sinistra' al CAS del Pionta



AREZZO — 'Arezzo 2020' ha organizzato una tre giorni di incontri e dibattiti per parlare di futuro, attraverso ambiente, salute e lavoro. Gli eventi si svolgeranno il 16, 17 e 18 settembre, ogni giorno a partire dalle 17,30 presso il centro di aggregazione sociale Colle del Pionta, in via Masaccio. Le iniziative sono aperte alla cittadinanza ma, nel rispetto delle normative anti-covid, si potrà accedere solo con il green pass.

Ad aprire la discussione, giovedì 16 settembre, un incontro dedicato alla salvaguardia dell’ambiente che, tra le questioni principali, toccherà i cambiamenti climatici, la transizione ecologica e l’utilizzo delle risorse energetiche. A presentare la situazione aretina sarà la presidente di Legambiente Arezzo Chiara Signorini, che si confronterà con Vanessa Pallucchi, vicepresidente nazionale di Legambiente, e con Francesco Zagami, coordinatore del tavolo di lavoro dell’opposizione consiliare aretina sulla transizione ecologica.

La giornata di venerdì 17 settembre sarà scandita da un incontro dedicato alla sanità del futuro a cui è stato invitato il ministro della Salute Roberto Speranza. Molti gli ospiti al tavolo di confronto, invitati a presentare idee e proposte per un rinnovamento e un potenziamento del sistema sanitario pubblico. Saranno infatti presenti Rosy Bindi, già ministro, Serena Spinelli, assessore alle iniziative per il welfare e all’integrazione socio-sanitaria della Regione Toscana, Evaristo Giglio, direttore Zona Distretto Aretina Casentino Valtiberina, Michele De Angelis, medico, Bruno Pacini, segretario regionale Cgil funzione pubblica, Luisa Spisni, coordinatrice Comitato di partecipazione dei cittadini per la sanità, Giuseppe Cirinei del gruppo di lavoro sulla salute Arezzo 2020 per cambiare a sinistra.

Al dibattito sulla sanità seguirà un aperitivo nella terrazza del centro di aggregazione, in attesa di spostare la riflessione sulla stringente attualità della questione afghana. A chiudere la seconda giornata di iniziative sarà infatti una serata dedicata a Gino Strada, fondatore di Emergency. Alle ore 21 interverranno Paolo Pezzati, policy advisor per le emergenze umanitarie di Oxfam Italia, e la giornalista de il Manifesto Giuliana Sgrena.

Il lavoro sarà invece il tema al centro della discussione di sabato 18 settembre, “durante la quale – sottolinea Romizi – ci si interrogherà su quali interventi possano contrastare la precarizzazione divenuta sempre più rilevante o con quali interventi si possa rispondere allo spettro dello sblocco dei licenziamenti, senza dimenticare i casi di morti bianche che hanno toccato da vicino la regione e, recentemente, anche la provincia”. Questi sono alcuni degli argomenti su cui si confronteranno Gianna Fracassi, vicesegretaria nazionale della Cgil, e Marco Rossi, responsabile provinciale welfare della Cgil Arezzo. Sempre sabato 18, a chiudere le tre giornate saranno due momenti di convivialità: la cena, su prenotazione obbligataria, dalle 20 e la musica dal vivo del duo aretino 2 For Seventies a partire dalle 22.

“Al centro di tre giornate ricche di iniziative sta la domanda: ‘E domani?’. Un interrogativo che pesa, non soltanto in un periodo storico segnato profondamente dall’instabilità e dall’incertezza sul futuro, ma anche considerando l’immobilità di una città, Arezzo, in cui l’apatia sembra aver preso il sopravvento, in cui si discute poco e la politica pare aver perso molte delle sue funzioni – ha dichiarato il Consigliere Comunale Francesco Romizi presentando l'iniziativa - Arezzo 2020 vuole scommettere su tre giorni di buona politica e di socialità, durante i quali cercheremo di dare risposte costruttive attraverso incontri, dibattiti e momenti di riflessione che possano gettare le basi per un futuro migliore. Lo faremo in uno dei luoghi più belli, poco frequentati e meno valorizzati di Arezzo, il parco del Pionta, grazie agli spazi messi a disposizione dal centro di aggregazione sociale”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno