Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:AREZZO15°24°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 24 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La gaffe di Sangiuliano: «Colombo si basò sulle teorie di Galileo Galilei» (ma non era nato)
La gaffe di Sangiuliano: «Colombo si basò sulle teorie di Galileo Galilei» (ma non era nato)

Sport venerdì 17 giugno 2016 ore 10:00

Il lago La Catona all'Arci Pesca

Nuove prospettive per i pescatori. L'associazione ha affiliato il lago cittadino. A rilanciare la zona è stato Walter Dragoni



AREZZO — L'Arci Pesca Fisa apre nuove prospettive per i pescatori aretini. L'associazione ha incrementato i propri circoli affiliando il lago La Catona, uno specchio d'acqua situato a poche centinaia di metri dal centro storico che ha l'ambizione di diventare un punto di riferimento per tutti gli appassionati della città. 

Il bacino, lungo fino a centoventi metri e profondo dodici, è alimentato con acqua di vena ed è stato creato circa quarant'anni fa per irrigare i campi circostanti. A rilanciare l'intera zona è stato Walter Dragoni che ha preso in gestione il lago e che, con un lavoro durato qualche anno, ne ha ripulito la vegetazione, ne ha creato le sponde adatte per pescare, ha allestito una passerella d'ingresso che lo rende accessibile anche ai disabili, ha predisposto un ampio parcheggio e ha installato i servizi essenziali e i bagni. Infine ne ha mantenuto le acque con carpe, regine, boccaloni, alborelle e altri pesci di diversa taglia che permettono di praticare sport sia agli agonisti che ai bambini alle prime armi. «Il lago La Catona - spiega Dragoni - è un vero e proprio tesoro idrico immerso nella natura ma posto proprio alle porte della città, dunque mi sono impegnato per riqualificarlo e per renderlo fruibile alle esigenze dei pescatori aretini».

Questo specchio d'acqua, aperto gratuitamente a tutti i tesserati dell'omonimo circolo La Catona, si è ora appoggiato all'Arci Pesca Fisa di Arezzo che, forte di centinaia di associati, rappresenta un solido punto d'appoggio per valorizzarlo e promuoverlo. L'associazione contribuirà a trasformarlo in un luogo di sport e di aggregazione dove singole persone, intere famiglie o gruppi di pescatori possono alimentare la loro passione e passare qualche ora immersi nella natura. «Questo lago - conferma il presidente provinciale Alfredo Rondoni - può configurare un'ottima soluzione per le nostre attività rivolte ai più piccoli per farli appassionare alla pesca e per fargli conoscere l'ambiente ittico, ma rappresenta fin da ora una preziosa opportunità per l'intera città».


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno