Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:03 METEO:AREZZO14°25°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 25 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sara Funaro eletta prima sindaca di Firenze: «Porterò il mio lato materno e femminile alla città»
Sara Funaro eletta prima sindaca di Firenze: «Porterò il mio lato materno e femminile alla città»

Cronaca giovedì 13 gennaio 2022 ore 10:55

In A1 con droga e pistola col colpo in canna

Arrestati dalla Polizia Stradale due giovani cittadini marocchini. L'arma sotto allo sterzo, nell'auto cocaina e hashish. Avevano anche contanti



AREZZO — Arrestati, dalla Polizia Stradale di Arezzo, due giovani trafficanti di droga trovati in possesso di una pistola pronta per essere utilizzata e di 125 grammi di stupefacente, tra hashish e cocaina.

E’ accaduto ieri, intorno alle 19,30, quando una pattuglia della Sottosezione di Battifolle ha fermato, durante un normale servizio in autostrada, una Hyundai con targa italiana e con a bordo due cittadini marocchini, poco più che trentenni.

Poiché i due risultavano ben conosciuti dalle forze di polizia, anche per gravi reati come rapina e sequestro di persona e viste le risposte evasive alle domande dei poliziotti e un ingiustificato nervosismo, gli investigatori, hanno subito intuito che qualcosa non andava e hanno approfondito la ricerca, perquisendo la vettura.

Hanno scoperto così, occultata sotto il piantone dello sterzo ma in una posizione prontamente accessibile a entrambi i fermati, una pistola Tanfoglio calibro 45 con la matricola abrasa e con il colpo in canna, insieme a 100 grammi di hashish e 25 grammi di cocaina, oltre a 3.290 euro in contanti, nascosti addosso a uno dei giovani.

I due sono stati arrestati per il porto abusivo dell’arma da fuoco e la detenzione ai fini di spaccio dello stupefacente e associati al carcere di Arezzo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Mentre l’auto, la droga, l’arma, i soldi e tre telefoni cellulari, "probabilmente utilizzati per i loro contatti illeciti sul mercato dello smercio della droga" spiega la Questura, sono stati sequestrati.

Intanto le indagini proseguiranno per risalire agli spostamenti dei due come alle loro intenzioni e destinazione.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno