Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:50 METEO:AREZZO13°22°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
mercoledì 22 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sesso e mafia - La depravazione è femmina: La Torre e il suo fratellastro

Attualità mercoledì 15 marzo 2023 ore 08:30

Infortuni sul lavoro, c'è il Patronato Acli

Rinnovato il servizio di consulenza medico legale relativo anche alle malattie professionali. Chini "importante conoscere i propri diritti"



AREZZO — Consulenze medico-legali per i lavoratori soggetti a infortuni e a malattie professionali. A garantirle è il Patronato Acli di Arezzo che ha rinnovato il proprio impegno al servizio di coloro che, a causa del loro impiego, hanno contratto una patologia o un danno permanente, andando a fornire un affiancamento professionale e personalizzato per attivare le procedure per ottenere gli eventuali indennizzi.

Questa campagna di sensibilizzazione, approfondimento e consulenza risponde all’aumento degli incidenti sui luoghi di lavoro registrato nel 2022 e reso noto dall’Inail con un incremento di denunce di infortuni del 25,7% e di malattie professionali del 9,9% rispetto al 2021. Per gli infortuni mortali, invece, il trend è in diminuzione anche se nel 2021 il conto era viziato dalla presenza dei “morti per Covid” e, di conseguenza, i numeri reali restano stabili. "Riteniamo doveroso impegnare maggiori sforzi e risorse sul tema della sicurezza sui luoghi di lavoro - commenta Angiolo Chini, presidente del Patronato Acli di Arezzo, - con un impegno, in primis, a livello culturale per strutturare una formazione fin dalla scuola e prima dell’inserimento professionale con un aggiornamento puntuale ed efficace dei lavoratori. Una parallela attenzione è necessaria anche a livello produttivo attraverso investimenti in attività di miglioramento, di prevenzione e di controllo rigoroso del rispetto delle normative".

I dati dell’Inail hanno dunque confermato un trend in crescita di richieste di riconoscimento della malattia professionale in linea con quanto evidenziato quotidianamente dall’attività degli sportelli del Patronato Acli sul territorio aretino e, in generale, sull’intero territorio nazionale. Tra i maggiori motivi di preoccupazione rientra la mancanza di informazione e le incertezze da parte dei lavoratori ad attivarsi per far valere i loro diritti e per ottenere le giuste tutele. Le consulenze medico-legali del Patronato Acli di Arezzo, in quest’ottica, rappresentano uno strumento al servizio di ogni persona per garantire un’assistenza rapida e personalizzata. "I dati su infortuni e malattie professionali purtroppo sono sottostimati - aggiunge Chini, - perché sappiamo, anche grazie al lavoro quotidiano dei nostri operatori, che c’è ancora molta reticenza a denunciare un infortunio o a indagare a fondo su una malattia. Anche in questo caso c’è bisogno di far conoscere a ogni cittadino quali sono i suoi diritti attraverso una vera opera di alfabetizzazione su cui siamo tutti chiamati a intervenire".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno