Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:49 METEO:AREZZO11°26°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 15 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Commesso eroe salva la collega dal rapinatore con la pistola puntata

Attualità mercoledì 03 maggio 2023 ore 09:10

Integrazione stranieri, dal Comune 20mila euro

L'assessore Carlettini

Nuovo bando per l’erogazione di contributi a enti e associazioni. L'assessore Carlettini: negli anni scorsi già ottenuto un ottimo riscontro



AREZZO — La giunta comunale, su proposta dell’assessorato all’immigrazione, integrazione e pari opportunità, ha dato mandato al suddetto assessorato di approvare un avviso pubblico per l’erogazione di contributi finalizzati alla realizzazione di progetti d’intervento in ambito ricreativo, sportivo, artistico, culturale, educativo e formativo destinati all’integrazione dei cittadini stranieri del territorio comunale, con particolare attenzione a donne e minori.

“L’idea – sottolinea l’assessore Giovanna Carlettini – è dare vita a percorsi e attività di confronto e progettazione condivisi con le realtà locali. Siamo in linea con quanto attivato negli anni precedenti e che ha ottenuto un ottimo riscontro: vogliamo rimuovere ogni ostacolo che impedisce una piena integrazione dei cittadini stranieri con un occhio di riguardo a favore delle donne e dei minori, fattispecie che ben si concilia con la doppia delega che ricopro di assessore all’integrazione e alle pari opportunità”.

Per tali progetti, da realizzarsi nel periodo che va dal primo luglio al 31 dicembre di quest’anno, sono stati riservati 20.000 euro. I migliori 4 riceveranno un contributo a scalare a partire da 6.500 euro per il primo classificato per poi passare a 5.500, 4.500 e 3.500 euro. I progetti dovranno essere presentati da soggetti aventi sede nel Comune di Arezzo senza scopo di lucro: organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, enti filantropici, imprese sociali, incluse le cooperative sociali, le reti associative, le società di mutuo soccorso, le associazioni, riconosciute e non riconosciute, le fondazioni e gli altri enti di carattere privato, diversi dalle società, costituiti sempre per finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale.

Del futuro avviso pubblico verrà data adeguata pubblicità al momento della sua pubblicazione.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno