Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:AREZZO12°26°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 13 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Medioriente, nave attaccata vicino a Stretto di Hormuz: sospetti sull'Iran

Attualità venerdì 06 novembre 2015 ore 17:59

LN preoccupata per l’aumento dei furti

I recenti dati sull’aumento dei furti preoccupano la Lega Nord convinta che sia necessario riformare la normativa che disciplina la legittima difesa



AREZZO — “Collegata alla problematica - precisa Marco Casucci (Lega Nord) - ho recentemente proposto una mozione in Consiglio regionale che concentrava la sua attenzione sulla Legittima Difesa, un tema di stretta e scottante attualità. Sono infatti fermamente convinto - incalza il Consigliere - che si debba riformare l’attuale disciplina vigente in Italia, con un chiaro inasprimento delle pene per i reati di furto, specialmente per quelli perpetrati nelle abitazioni. Infatti - sottolinea Casucci - non si può assolutamente transigere sul diritto costituzionale del cittadino alla sicurezza e sul corrispondente obbligo delle Istituzioni nel garantirla”.

“Lo Stato - prosegue l’esponente del Carroccio - deve obbligatoriamente presidiare capillarmente il territorio e quindi è necessario potenziare i mezzi a disposizione delle Forze dell’Ordine e non ridurre le risorse, come hanno fatto gli ultimi Governi centrali. Non è normale- afferma Casucci- che i cittadini italiani e toscani abbiano paura ad uscire di casa, per non lasciarla incustodita!. In linea, poi, con quanto approvato in Lombardia - insiste il Consigliere- è auspicabile il patrocinio gratuito, garantendo, anche da parte della Regione Toscana, di sostenere le spese di quelle persone che siano state accusate di aver commesso un delitto per eccesso colposo in legittima difesa”.

“Inoltre- ribadisce Casucci- bisogna intervenire nell’ambito dell’assistenza e dell’aiuto ai familiari degli esercenti vittime della criminalità, tramite un’assistenza legale e supporti economici, utili ad affrontare le emergenze economiche successive all’azione criminosa. In definitiva, dunque- conclude Marco Casucci- per far sì che i preoccupanti dati emersi in questi giorni sulla criminalità ad Arezzo, possano effettivamente cambiare, bisogna agire in fretta e non barricarsi dietro facili ideologie che favoriscono solo l’incremento di atti criminali, che spesso restano, colpevolmente, impuniti”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno