Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:AREZZO11°23°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 26 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Massimo Bernardini lascia 'Tv Talk', il saluto e l'addio commosso: «Devo andare, mia moglie mi aspetta»

Attualità venerdì 08 gennaio 2021 ore 14:53

Lunedì mattina la prova del 9 dei trasporti

Scuole Superiori in presenza e la Provincia di Arezzo ha predisposto un piano operativo, supervisionato dalla Prefettura, per garantire la sicurezza



AREZZO — Lunedì 11 gennaio ripartono anche le Superiori. Per il trasposto pubblico sarà una giornata cruciale. Sì, perché saranno migliaia gli studenti, all'interno dell'intera provincia di Arezzo, che utilizzeranno i "mezzi" per raggiungere l'istituto scolastico.

Scatta dunque un piano operativo coordinato dalla Provincia di Arezzo volto a garantire la massima sicurezza per i ragazzi.

Da lunedì 11 gennaio, gli studenti delle scuole superiori torneranno con la didattica in presenza al 50% e lo faranno con la massima sicurezza possibile - dichiara Silvia Chiassai, presidente della Provincia.  Per questo motivo negli scorsi mesi abbiamo lavorato intensamente a fianco degli Istituti Scolastici Superiori, delle compagnie di trasporto, della Regione Toscana, dei Comuni del territorio, con la supervisione della Prefettura che voglio ringraziare insieme alle forze dell’ordine per il grosso supporto dato, per aver individuato tutte le fermate dei bus ritenute più critiche nei centri delle maggiori sedi dell’ Istituto Superiore. 

Si chiama "Ti accompagno" ed è il progetto finanziato dalla Regione che permette di vigilare sulle fermate e sui mezzi e nei punti più a rischio assembramento, al fine di evitare assembramenti.

All’interno dei bus sarà rispettato il distanziamento, con un occupazione al 50 % della capienza ed i tutor inviteranno i ragazzi ad utilizzare la corsa immediatamente successiva senza accalcarsi sul primo bus in arrivo.

"Sono convinta - prosegue la presidente della Provincia di Arezzo - che sia indispensabile un serio monitoraggio sul trasporto pubblico locale, un valido aiuto nella battaglia contro il Covid-19. E’ necessario fare informazione ed indurre i ragazzi verso comportamenti responsabili, quei semplici accorgimenti fondamentali del distanziamento sociale e dell’utilizzo dei dispositivi delle mascherine, che aiutano a prevenire il virus. Gli studenti sono parte attiva in questo momento e sono certa che collaboreranno attivamente prestando attenzione. Noi ce l'abbiamo messa tutta per portarli a scuola in sicurezza e speriamo che questo nostro sforzo porti il risultato atteso. Ringrazio il consigliere provinciale con delega ai trasporti Marco Morbidelli per il lavoro di coordinamento che ha fatto con gli istituti scolastici, con i comuni, la Prefettura e la Regione Toscana, insieme al servizio trasporto pubblico locale della provincia".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno