Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:15 METEO:AREZZO19°37°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
mercoledì 24 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Aston Villa, la presentazione è da leggenda: nel video Ozzy Osbourne
Aston Villa, la presentazione è da leggenda: nel video Ozzy Osbourne

Lavoro venerdì 15 luglio 2016 ore 12:10

Malati o infortunati sul lavoro: nuove opportunità

Regolamento Inail: si aprono scenari importanti, dal punto di vista occupazionale, per chi ha avuto problemi di salute in ambito lavorativo



AREZZO — Un nuovo regolamento ma, soprattutto, 21 milioni di euro a disposizione di interventi che possano consentire di continuare a lavorare a chi si è infortunato proprio sul lavoro o è stato colpito da una malattia professionale.

“I soggetti destinatari – ricorda Marco Rossi, Presidente del Comitato di Coordinamento Inail di Arezzo e della Toscana - sono i lavoratori, sia subordinati che autonomi, con disabilità da lavoro tutelati dall'Inail che, a seguito di infortunio o di malattia professionale e delle
conseguenti menomazioni o del relativo aggravamento, hanno bisogno di interventi mirati per consentire o agevolare la prosecuzione dell'attività lavorativa. E’ una scelta importante, quella dell’Inail che punta a tutelare le persone che proprio per lavorare hanno pagato un prezzo molto alto”.

Gli interventi previsti dal regolamento e finanziabili sono essenzialmente tre: il superamento delle barriere architettoniche nei posti di lavoro con interventi edilizi, impiantistici e domotici nonché dispositivi utili a consentire l'accessibilità e la fruibilità degli ambienti di lavoro; in secondo luogo l'adeguamento e l'adattamento delle postazioni di lavoro e quindi non solo arredi e ausili ma anche i comandi speciali e gli adattamenti di veicoli che costituiscono strumento di lavoro; in terzo luogo la formazione con interventi personalizzati di addestramento all'utilizzo delle postazioni di lavoro e delle attrezzature.

L'Inail ha stabilito i limiti massimi di spesa rimborsabile al datore di lavoro: 95 mila euro per il superamento e l'abbattimento delle barriere architettoniche nei luoghi di lavoro, 40 mila euro per l'adeguamento e l'adattamento delle postazioni di lavoro e 15 mila euro per la formazione.

“In questo modo – commenta Marco Rossi - si apre una nuova era nella tutela della salute nei luoghi di lavoro. Il Regolamento è lo strumento necessario per intervenire sul fenomeno delle fuoriuscite dal lavoro a seguito di infortuni e malattie professionali che ha una pesante ricaduta sui costi sociali ma soprattutto sulle condizioni umane ed economiche delle lavoratrici e dei lavoratori”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno