Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:06 METEO:AREZZO14°22°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 21 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, Giornata Mondiale delle Api: da piazza del Popolo a Villa Pamphilj arrivano gli «spacciatori» di semi di fiori

Attualità mercoledì 22 giugno 2016 ore 16:22

Marchio di qualità per 103 strutture ricettive

Iniziativa annuale della Camera di Commercio con l'Istituto Nazionale Ricerche Turistiche. Un gruppo di esperti valuta parametri e requisiti



AREZZO — Sono state consegnati questa mattina in Camera di Commercio, dal Presidente Andrea Sereni e dal Segretario Generale Dott. Giuseppe Salvini,  i marchi di qualità “Ospitalità Italiana - Isnart 2016”.

Saranno 103 le strutture turistiche della provincia ( ristoranti, alberghi e agriturismi) che potranno fregiarsi per il 2016 dell'importante riconoscimento che la Camera di Commercio di Arezzo, in collaborazione con l'Istituto Nazionale Ricerche Turistiche assegna dal 2004.

Il Marchio “Ospitalità Italiana” - lanciato da Isnart (Istituto Nazionale Ricerche Turistiche) nel 1997 - vanta oggi migliaia di strutture certificate in ben 80 province italiane. Con la loro adesione al bando pubblicato dalla Camera di Commercio, le strutture hanno scelto di adeguarsi volontariamente ad un preciso disciplinare (con relativo punteggio), che nasce dal confronto e dal dialogo di esperti di settore, rappresentanti pubblici, referenti territoriali e associazioni di consumatori.

La valutazione del rispetto di specifici criteri di qualità è rimesso ad un gruppo di esperti, facenti parte di un organismo terzo e indipendente, che valutano gli aspetti ritenuti più rilevanti per la soddisfazione degli ospiti: facilità di accesso, parcheggio, professionalità e ospitalità del personale, pulizia e funzionalità delle camere, genuinità dei prodotti, trasparenza dei menù, sostenibilità ambientale.

E a confermare che si tratta di una garanzia di un buon servizio non sono solo gli addetti ai lavori ma gli stessi ospiti, tanto che le strutture ricettive certificate con il marchio Ospitalità italiana vantano tassi di occupazione superiori rispetto alla media nazionale.

Il marchio ha validità annuale ed è rinnovabile e rappresenta qualcosa di più di un semplice logo di riconoscimento, consentendo alle strutture ricettive di poter godere di un vero e proprio alleato della qualità che offre formazione, elabora strategie di miglioramento ad hoc, garantisce promozione grazie alle guide provinciali, ricche di informazioni anche sul territorio e facili da consultare, permette grande visibilità sul sito www.10q.it, che ospita tutte le strutture certificate con il marchio Ospitalità Italiana.

Anche quest'anno, dunque, un folto gruppo di aziende aretine ha deciso spontaneamente di porre la qualità come obiettivo da perseguire e di sottoporsi alle rigorose valutazioni previste dai disciplinari tecnici predisposti da ISNART. Alla base di ciò sta l'intuizione che riunirsi sotto un logo comune all'insegna della qualità risponda ad una politica commerciale vincente per la sfida della concorrenza e all'elevazione di tutto il sistema turistico locale.

Gli standard previsti dal Marchio di Qualità ospitalità Italiana vengono condivisi da un numero sempre più rilevante di strutture ricettive anche nella nostra provincia, potendo dunque tracciare un bilancio positivo a distanza di alcuni anni dall'inizio del progetto voluto dall'Ente camerale.

Si pensi che nel 2004 le strutture aderenti erano 64, nel 2011 89, mentre oggi sono 103 a dimostrazione di come le imprese alberghiere, della ristorazione e gli agriturismi aretini pongano sempre maggiore attenzione alla cultura della qualità. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno