Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:41 METEO:AREZZO15°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
martedì 05 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La motovedetta libica fa una manovra violenta e i migranti cadono in acqua

Attualità mercoledì 27 luglio 2022 ore 09:00

Medicinali ospedalieri pure nelle farmacie private

Federfarma Arezzo annuncia il rinnovo dell'accordo regionale per la distribuzione diretta. Giotti: sempre più vicini al cittadino



AREZZO — Rinnovato da questo mese di luglio l’accordo regionale per la distribuzione diretta di farmaci del prontuario ospedaliero Regionale da parte delle farmacie territoriali eccezionalmente distribuiti anche dalle aziende sanitarie.

“Un accordo - spiega Roberto Giotti, presidente di Federfarma Arezzo, che rappresenta le Farmacie private della nostra provincia - che perfeziona la collaborazione per la distribuzione diretta di medicinali attraverso le farmacie per il pieno sviluppo delle potenzialità della farmacia in termini di servizi al cittadino non più costretto a recarsi nei centri ospedalieri per acquisire le sue medicine”.

“Ciò consentirà agli assistiti oltre che nelle città anche nelle aree rurali o nei piccoli centri, il cui benessere è la nostra principale aspirazione - insiste Giotti - di poter accedere facilmente e prontamente ai farmaci DPC-APHT nelle Farmacie territoriali h 24 - 365 giorni/anno, senza dover far quindi faticosi, scomodi e costosi spostamenti di diversi chilometri presso le poche strutture AUSL (Farmacie Ospedaliere) per ritirare tutti i farmaci di cui hanno bisogno, prescritti dal proprio Medico di Medicina Generale o Specialista, che ora potranno trovare sicuramente nella farmacia privata vicino casa”.

Secondo il presidente di Federfarma Arezzo quindi “con questo rinnovato accordo si gettano ulteriormente le basi per altri progetti che coinvolgono sempre di più le rete capillare delle farmacie private sul territorio: siamo e vogliamo essere sempre più un avamposto qualificato del sistema sanitario per l’assistenza territoriale, professionalmente e pienamente in grado di rispondere alle nuove esigenze della comunità e soprattutto di quei pazienti anziani, fragili, con patologie croniche”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno