Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:AREZZO10°24°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 18 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Una lince rossa si intrufola nel giardino del resort

Attualità giovedì 20 ottobre 2022 ore 08:22

Menopausa e osteoporosi tra sintomi, cure e rischi

La dott. ssa Chiara Giannitti, il dott. Porciello e il dott. Emanuele Calabresi. Equipe reumatologia San Donato Arezzo

I consultori della Asl a disposizione per le donne che si trovano in questa condizione. Basta prenotare telefonicamente, non serve la richiesta medica



AREZZO — Il 18 ottobre ricorreva la giornata mondiale della menopausa e oggi, 20 ottobre, quella dedicata all'osteoporosi, un solo giorno di distanza per fare mente locale su due condizioni spesso collegate tra loro in un delicato periodo della vita che tutte le donne devono affrontare. 

L'Azienda Sanitaria Usl Toscana sud est, attraverso i propri consultori prende in carico la donna in pre-menopausa ed in menopausa per affiancarla nel percorso di prevenzione e cura dei sintomi e delle patologie collegate a questo passaggio. Si accede tramite prenotazione telefonica e senza necessità di richiesta medica. Al link del sito aziendale https://www.uslsudest.toscana.it/guida-ai-servizi... sono reperibili i contatti dei consultori di tutte le zone nelle province di Arezzo, Siena e Grosseto. Sono 650 le donne che si sono rivolte ai consultori della Asl Tse nelle tre province nel 2021 per menopausa e 268 nel primo semestre del 2022 .

“I punti d'intervento nel momento in cui la donna accede al servizio - spiega il dott. Ferruccio Sereni, coordinatore rete dei consultori della Asl sud est - sono: la valutazione della sintomatologia menopausale in relazione all’età della donna; la valutazione del rischio anamnestico e clinico per osteoporosi e la co-presenza di patologie. L'informazione e la prevenzione: la donna in menopausa viene informata sui rischi dell'osteoporosi e sulla prevenzione tramite correzione dello stile di vita (alimentazione, fumo, attività fisica). Lo screening: si prescrivono controlli ematologici. Ove necessario vengono richiesti approfondimenti di diagnostica strumentale e l’invio a consulenza specialistica. In caso di deficit di vitamina D e calcio viene prescritta, inoltre, idonea integrazione. In determinati casi, come in menopausa precoce o presenza di sintomatologia climaterica, viene valutata la possibilità di eseguire la terapia ormonale sostitutiva. In presenza di alto rischio per osteoporosi la paziente viene inviata allo specialista reumatologo presso il Centro per l'osteoporosi dell'Ospedale per presa in carico, terapia e follow up”. 

“L'osteoporosi è una patologia dello scheletro caratterizzata da riduzione della massa ossea e da alterazioni qualitative dell’osso, con aumento della fragilità dello stesso e conseguente aumento del rischio di frattura - spiega il dott Giovanni Antonio Porciello direttore della Reumatologia di Arezzo e responsabile della Rete Reumatologica della Asl Toscana sud est - è una malattia che si evolve in modo asintomatico e che si manifesta con la frattura. Può essere di origine primitiva (postmenopausale e senile) o secondaria ad altre cause. I trattamenti della patologia non sono solo farmacologici poiché è considerata fondamentale una corretta alimentazione con un adeguato apporto di calcio e vitamina D, un’adeguata attività fisica e l’eliminazione dei fattori di rischio (fumo, abuso di alcool)".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno