Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:00 METEO:AREZZO12°26°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 27 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Motoscafo si infila nel porto di Monte Carlo a tutta velocità, manca due passanti per un soffio

Attualità lunedì 27 aprile 2020 ore 15:26

Mobilità post-Covid, in città con la bicicletta

La Fiab invia una lettera alla presidente della Provincia e al sindaco di Arezzo con alcune proposte inerenti il modo di spostarsi nei centri urbani



AREZZO — La Fiab, gli amici della bicicletta di Arezzo, inviano una lettera alla presidente della Provincia, Silvia Chiassai e al sindaco Alessandro Ghinelli con delle proposte per la mobilità post Covid.

"L’auto privata non può costituire l’unica soluzione per muovere le persone in città nell’epoca post-Coronavirus. Rischieremmo di trasformare I nostri centri urbani, già oggi visibilmente ingolfati per il caotico traffico che regna in tali zone, in vere e proprie “camere a gas”, dove già la vita e la salute per bambini e adulti risulta difficile nelle attuali condizioni. Se non vogliamo soffocare nel traffico e nello smog e vivere in spazi pubblici invasi dalle auto, deve essere trovata un’alternativa per una mobilità equa e sostenibile. E soprattutto per coloro che fino ad ieri utilizzavano il mezzo pubblico e che domani, stando così le cose, saranno costretti a spostarsi con mezzi privati".

Per la Fiab la ripartenza economica non potrà prescindere da una nuova idea di mobilità con l'incentivo all'uso di mezzi meno inquinanti, come la bicicletta, per cittadini e turisti. Gli amici della bici di Arezzo, infatti, sottolineano come molti amministratori di città, più o meno grandi, stiano portando avanti una politica di mobilità sostenibile per combattere caos e inquinamento.

"Riteniamo che le amministrazioni pubbliche debbano fare una riflessione sul modello di mobilità sostenibile da adottare sulle proprie realtà per il prossimo futuro.
Fiab Arezzo, da sempre sensibile a tali argomenti, è disponibile a sostenere, partecipare, supportare e aiutare le Istituzioni locali per lo studio del fenomeno e contribuire con le proprie conoscenze a creare un futuro davvero sostenibile che possa salvaguardare la salute di tutti".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno