Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:55 METEO:AREZZO11°26°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 12 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Neymar distratto dal telefono gioca a poker durante la festa di compleanno della figlia

Politica venerdì 05 marzo 2021 ore 09:30

Museo dell'oro, De Robertis chiede lumi

Interrogazione urgente al Governatore Giani "tempi non rispettati dalla Fondazione Guido D'Arezzo". Obiettivo: accelerare la realizzazione



AREZZO — “A che punto sono i lavori per il Museo dell’Oro alla Fraternita dei Laici?”. A porre il quesito è il Presidente della Commissione Territorio e Ambiente del Consiglio regionale, Lucia De Robertis, che ha predisposto un’interrogazione urgente al Governatore Giani sull’argomento.

Nell’interrogazione, De Robertis ricorda i passaggi che hanno portato la Regione ad acquisire, nel 2019, la collezione “Oro d’Autore”, con un esborso di oltre 2 milioni di euro, e il successivo stanziamento di 200mila euro, nel 2021, finalizzato alla progressiva caratterizzazione del percorso espositivo in museo, secondo i requisiti previsti per il riconoscimento della qualifica di museo ed ecomuseo di rilevanza regionale.

“Nel marzo 2020, dunque successivamente alla dichiarazione dello stato di emergenza per il Covid – spiega la consigliera regionale - si è dato vita ad un protocollo fra Regione, Arezzo Fiere e Congressi, Comune di Arezzo e Fondazione Guido d’Arezzo per la condivisione del progetto da quest’ultima presentato per la valorizzazione della collezione della Regione. Progetto che presentava un dettagliato cronoprogramma delle attività da realizzare. Evidente che i tempi non sono stati rispettati, certo anche a causa del Covid, che se può aver compromessi i tempi di apertura al pubblico, non credo possa aver influito sugli adempimenti tecnici. Tenuto conto che lo stesso progetto della Fondazione chiarisce che non ci sono problematiche nè di tipo architettonico, né di ordine tecnico”.

Da qui l’interrogazione a Giani, “per fare – termina De Robertis – il punto sulla situazione, per evidenziare eventuali responsabilità dei ritardi non imputabili a Covid, per accelerare, soprattutto, la realizzazione di un progetto per cui anche io mi sono spesa molto, nel convincere la Regione a procedere all’acquisto della collezione, convinta che il Museo dell’Oro sia un’opportunità per la città e per il distretto orafo. Non dobbiamo perdere altro tempo e, soprattutto, occorre capire se tutti i soggetti coinvolti per la sua realizzazione sono effettivamente all’altezza del compito”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno