Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:03 METEO:AREZZO12°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 22 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La festa dell’Alcione per la promozione in serie C: è la prima volta in 72 anni

Cultura mercoledì 16 giugno 2021 ore 09:00

Per il solstizio d'estate torna il Guido Day

Venerdì 21 giugno in concomitanza con la "Festa della musica". La sera il Premio internazionale al Teatro Petrarca



AREZZO — Venerdì 21 giugno, nel giorno del solstizio d’estate, anche Arezzo ritorna a celebrare la “Festa della Musica”, iniziativa promossa dal Ministero dei Beni culturali che, nella città toscana, oramai da sei anni, diventa Guido Day in omaggio a uno dei suoi figli più illustri, Guido d’Arezzo, ideatore della scrittura musicale.

"Siamo felici che si riproponga anche quest’anno, pur con le notevoli limitazioni che la situazione sanitaria purtroppo ci impone, la celebrazione della Festa della Musica, che ad Arezzo è ormai nota come il “Guido day”, che vedrà presso il Teatro Petrarca la premiazione di due importanti realtà musicali del nostro territorio. La manifestazione, per i suddetti motivi di carattere sanitario, dovrà però rinunciare quest’anno ad ogni evento esterno che, negli anni passati, aveva raccolto tanto successo e simpatia da parte degli aretini. La manifestazione si svolgerà pertanto solo all’interno del Teatro, con la speranza di tornare ad interessare le migliori forze musicali della città, in tempi più favorevoli, anche per le strade di Arezzo e nei suoi luoghi più caratteristici” commenta il vicepresidente della Fondazione Guido D’Arezzo, Alfredo Grandini.

La sera alle 21 si svolgerà quindi al Teatro Petrarca la consegna del Premio Internazionale Guido D’Arezzo, una prestigiosa opera realizzata da Alessandro Marrone, che la Fondazione Guido d’Arezzo conferisce a istituzioni o persone che hanno acquisito particolari meriti nel mondo della musica.

I premi quest’anno vengono assegnati all’A.Gi.Mus FIRENZE “per la meritoria ed efficace attività di promozione e divulgazione musicale ed in particolare per le numerose lodevoli manifestazioni musicali proposte all’interno degli Ospedali della Toscana”. Al M° Francesco Corti, invece, “per le qualità tecniche ed espressive che lo hanno portato a divenire uno dei punti di riferimento mondiali nell’ambito dalla musica antica per strumenti a tastiera”.

L’ingresso all’evento è gratuito previa prenotazione con segnaposto da ritirare presso la biglietteria del Teatro Petrarca: mercoledì 16, giovedì 17 e venerdì 18 dalle 17 alle 19; il 21 dalle 17 alle 20.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno