Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:00 METEO:AREZZO20°38°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 15 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il ballo di Alcaraz con Krejcikova alla cena per i vincitori di Wimbledon
Il ballo di Alcaraz con Krejcikova alla cena per i vincitori di Wimbledon

Attualità venerdì 26 maggio 2023 ore 11:10

Ad Arezzo piano di azione straordinario anti-buche

Le strade cittadine sono flagellate da crateri e pezzi di asfalto. Il caso è finito in Consiglio, l'assessore Casi ha fatto il punto



AREZZO — Dopo un minuto di raccoglimento in memoria di Giorgio Cerbai richiesto dall’assessore allo sport Federico Scapecchi e per le vittime del maltempo in Emilia-Romagna richiesto dal consigliere comunale Donato Caporali, la prima interrogazione del Consiglio comunale di ieri è stata presentata dal consigliere comunale Roberto Cucciniello che ha posto all’attenzione dell’assemblea il problema del manto stradale dove necessitano interventi importanti in più punti: “con l’arrivo della bella stagione, quando i lavori possono essere svolti con continuità e maggiore efficacia, l’amministrazione intende procedere con un piano organico che vada ad affrontare le criticità? E non è intenzione sollecitare opere di manutenzione in quei tratti laddove le stesse non spettano al Comune ma a soggetti privati”?

Interrogazioni di analogo contenuto sono state presentate da Valentina Vaccari, che ha stretto il focus sulle strade ad alta percorrenza dove auto e motocicli raggiungono velocità elevate che aumentano rischi per l’incolumità, e da Francesco Romizi per il quale occorre rimuovere ogni pericolo di questo tipo che va a incidere sulla sicurezza della circolazione e procedere al contempo a una pulizia di tombini e caditoie per il corretto defluire delle acque, problema attuale e manifesto nei casi di fenomeni atmosferici consistenti.

L’assessore Alessandro Casi: “ricordo innanzitutto che abbiamo un servizio di primo intervento, collegato alla polizia municipale, per procedere alla manutenzione ordinaria di punti in cui necessitano interventi immediati. Il servizio è su segnalazione, attivo 7 giorni su 7 e 24 ore su 24: nel momento in cui arriva la segnalazione stessa, abbiamo raggiunto una capacità di risposta che è di 60 minuti, un risultato soddisfacente. Poi abbiamo un piano di manutenzione ordinaria che riguarda gli asfalti meno degradati e che viene curato dai tecnici comunali che procedono in via propedeutica attraverso adeguati controlli. E ancora abbiamo messo a punto una pianificazione straordinaria per le strade che hanno bisogno di interventi su tutto il tappeto e non solo sullo strato superficiale: parliamo delle arterie maggiormente trafficate. Questi progetti entrano, con la delibera all’ordine del giorno del Consiglio Comunale odierno, nel piano triennale delle opere pubbliche e trovano corrispondenti stanziamenti di bilancio. Il problema maggiore in quasi tutte le strade comunali è proprio la mancanza di sottofondo essendo state realizzate quando non c’erano gli attuali volumi di traffico. Non entro nello specifico del problema dei costi, dico solo che da quando sono entrato in carica a ora gli stessi sono praticamente raddoppiati. Capitolo tombini: ci sono situazioni da risolvere ma non troppo diffuse perché abbiamo programmato pulizie cadenzate nei punti più critici come potrebbero essere la zona dell’ospedale o gli ingressi nei sottopassi stradali”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno