Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:00 METEO:AREZZO12°26°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 27 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Motoscafo si infila nel porto di Monte Carlo a tutta velocità, manca due passanti per un soffio

Cronaca sabato 10 aprile 2021 ore 15:30

Effetto Covid, meno reati ma più truffe online

Oggi ricorre il 169esimo anniversario della fondazione della Polizia. Il bilancio sul territorio aretino nell'anno segnato dalla pandemia



AREZZO — Il 10 aprile ricorre il 169° Anniversario della fondazione della Polizia, che anche quest’anno, purtroppo, non è possibile festeggiare insieme alla gente. Le celebrazioni si sono quindi limitate alla deposizione di una corona d’alloro in memoria dei Caduti, al cippo davanti alla Questura.

La Polizia, come le altre forze dell'ordine, è impegnata giorno e notte nella nostra protezione e dallo scorso marzo si trova in prima linea per controllare il rispetto delle misure anti contagio. E, come sempre, la ricorrenza odierna è anche un'occasione per tracciare un bilancio dell'attività aretina.

Ecco quindi i numeri. Nel 2020 la Polizia di Stato ha impegnato 14.393 dipendenti sul territorio provinciale tra personale della Questura, dei Commissariati e delle Specialità, Polizia Stradale, Polizia Ferroviaria e Polizia Postale e delle Comunicazioni. Sono state 32.491 le persone controllate e 757 i verbali di contestazione per l’inosservanza dei Dpcm.

Nel periodo dal 21 marzo 2020 al 20 marzo 2021, confrontandolo con lo stesso periodo dell’anno precedente, emerge una flessione dei reati commessi nell’intera provincia di Arezzo del 16,78%.

Reati consumati nella provincia di Arezzo 21 marzo 2019

20 marzo 2020

21 marzo 2020

20 marzo 2021

Percentuale di variazione
9218 7671 -16,78

Alcuni reati di maggiore allarme sociale come le rapine e i furti in genere hanno infatti avuto una brusca diminuzione nel periodo in esame, sia in ambito provinciale (rapine – 58% e furti - 44%) che in quello comunale della città capoluogo (rapine – 62% e furti – 39%). Mentre le truffe e le frodi informatiche, nonché i reati informatici in genere, come in tutto il territorio nazionale, hanno avuto un apprezzabile incremento anche nel territorio provinciale.

Nonostante il calo, risulta invece aumentato il numero degli arresti, così come il numero delle persone denunciate in stato di libertà all'Autorità Giudiziaria rispetto all'anno precedente.

Inoltre, sono stati sensibilmente incrementati gli equipaggi della Questura, dei Commissariati e delle Specialità che operano su strada garantendo un maggior controllo del territorio e una più qualificata azione di prevenzione, evidenziato dal numero delle persone controllate in tutto il territorio provinciale, che ammontano a 95.926, mentre i veicoli controllati sono 57.806. Sono stati passati ai raggi x, inoltre, 450 esercizi pubblici.

Nel 2020 in totale le manette sono scattate per 126 soggetti, mentre 781 sono state le persone denunciate, con incrementi percentuali, rispetto all’anno precedente del 20% per gli arresti e dell'8% per le denunce a piede libero.

Segnalate come assuntori di stupefacenti 66 persone. E sequestrati complessivamente oltre 26 chilogrammi di sostanze stupefacenti di vario tipo. Si è potuta constatare una diminuzione nei sequestri di eroina, ma allo stesso tempo un aumento considerevole di quelli di cocaina.

Dal Gabinetto Provinciale della Polizia Scientifica sono state sottoposte a rilievi foto dattiloscopici 1.425 persone ed eseguiti 127 sopralluoghi. Sono stati poi effettuati 158 narcotest. Identificati 7 autori di reati grazie al rilevamento ed alla comparazione delle impronte digitali.

Nell’ambito delle attività svolte dalla Divisione Polizia Anticrimine, sono stati sottoposti ad Avviso Orale del Questore 69 pregiudicati, ritenuti pericolosi per la sicurezza pubblica e 107 sono stati rimpatriati con Foglio di Via Obbligatorio, verso il Comune di residenza. Emessi anche 8 provvedimenti di ammonimento nei confronti di persone che si sono rese responsabili di episodi di violenza domestica o di stalking, nonché 2 provvedimenti di Daspo.

Altrettanto proficua l’attività della Polizia Amministrativa e Sociale, che si è estrinsecata nel rilascio e/o rinnovo, in collaborazione con i Commissariati di Montevarchi e Sansepolcro, di 2.794 passaporti. Tre invece le licenze sospese ad altrettanti esercizi pubblici. Particolarmente impegnativa anche l’attività dell’Ufficio Immigrazione, che ha rilasciato 8.550 permessi di soggiorno (rifiutando il rinnovo di 13 titoli) e trattato 1.400 istanze di cittadinanza italiana.

La Squadra Mobile ha ottenuto risultati significativi: consistenti sono stati gli arresti per spaccio di sostanze stupefacenti, così come i sequestri, per rapine e furti ed altri reati che destano particolare allarme sociale. La Digos è stata costantemente impegnata in una proficua attività info-investigativa che ha riguardato tutti i contesti, tra questi anche una vicenda che ha scosso la politica cittadina.

Complessivamente, sono arrivate 22.439 chiamate di emergenza e sono stati effettuati 3.777 interventi da parte delle Volanti. Ed importante anche l’attività dei Commissariati di Pubblica Sicurezza di Sansepolcro e di Montevarchi, fondamentali presidi sul territorio.

La Polizia Stradale si è distinta per gli ingenti quantitativi di droga sequestrati - sono più di 15 chilogrammi le varie sostanze – nonché per il sequestro di 51 chili di tabacchi esteri lavorati di contrabbando. Ha proceduto all’arresto di 24 persone ed alla denuncia di altre 140. Per quanto attiene i Posti di Polizia Ferroviaria di Arezzo e Terontola si evidenzia la continua e proficua attività di controllo di una delle tratte ferroviarie più importanti del Paese, con l’esecuzione di arresti, denunce, rintraccio di minori non accompagnati, contrasto al fenomeno dell’immigrazione clandestina.

La Polizia Postale e delle Comunicazioni ha contribuito al mantenimento della sicurezza pubblica effettuando 72 pattuglie per il controllo degli uffici postali nei giorni di maggior afflusso di pubblico, trattando oltre 500 denunce per truffe e frodi informatiche, clonazioni, segnalando in stato di libertà 119 persone 

Da non dimenticare, infine, anche che nell'anno appena trascorso l'Ufficio di Gabinetto ha dovuto disporre e coordinare tutte le attività di Polizia dell'intera provincia, volte al contenimento della diffusione del Covid, tuttora in corso. Da ultimo le attività comprendono anche la scorta dei convogli che trasportano i vaccini agli ospedali del territorio.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno