Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 00:00 METEO:AREZZO15°28°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
domenica 23 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video del matrimonio di Diletta Leotta: l'arrivo all'altare e il bacio con Loris Karius
Il video del matrimonio di Diletta Leotta: l'arrivo all'altare e il bacio con Loris Karius

Cultura martedì 04 giugno 2024 ore 11:16

Poti Pictures presenta "Il Cassetto"

Il Cinema come strumento di formazione e inclusione Sociale. La première del cortometraggio "Il Cassetto" al Cinema Eden mercoledì 5 giugno



AREZZO — Poti Pictures Academy è la prima scuola di cinema in Italia per persone con disabilità intellettiva. Gli 8 attori della nuova classe hanno lavorato con un team di professionisti (regista, sceneggiatori, acting coach, psicologi, produttori) nella realizzazione del cortometraggio, girato in varie location della provincia di Arezzo, tra cui il Castello di Valenzano e Hall 3 di Olmo.

L’Academy offre una formazione professionale nel campo cinematografico, permettendo ai partecipanti di confrontarsi con professionisti come l’attore Giovanni Calcagno e il doppiatore Carlo Valli. Inoltre, l’alfabetizzazione emotiva guidata dalla psicologa Sara Borri ha aiutato gli attori a comprendere il lavoro dell’attore e sviluppare consapevolezza critica verso il cinema.

"Il metodo educativo della Poti Pictures – spiega il regista Daniele Bonarini – esalta e valorizza le abilità individuali, generando benessere attraverso la Settima Arte. 'Il Cassetto' mette in luce la bellezza di ogni persona, specialmente di coloro che faticano a trovare il proprio posto nella società, evidenziando l'importanza di essere se stessi".

"La Poti Pictures, divisione della cooperativa sociale Il Cenacolo, è la prima casa di produzione cinematografica sociale al mondo – afferma il Presidente Paolo Marraghini. Questo laboratorio, nato oltre dieci anni fa, promuove un nuovo umanesimo culturale, sfidando gli stereotipi sulla disabilità e trasformando la percezione sociale delle persone con disabilità".

Il progetto è sostenuto dal Fondo di beneficenza ed opere di carattere sociale e culturale di Intesa Sanpaolo, dal Comune di Arezzo e dalla Fondazione CR Firenze, e dalla partnership con Consorzio COOB.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno