Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:10 METEO:AREZZO14°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
lunedì 01 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Amadeus: «Avremo degli applausi finti ma immagineremo che siano del pubblico a casa»

Cronaca lunedì 22 febbraio 2021 ore 16:15

Responsabile di un furto "beccato" dalle impronte

La Polizia Stradale ha fermato in A1 un'intera famiglia rumena. Il figlio 20enne è risultato avere sul "capo" un ordine di carcerazione



AREZZO — Fermata dalla Polizia Stradale, nell'area di servizio di Badia al Pino lungo l'Autostrada del Sole, un'auto con a bordo cinque persone, di cui una è poi avere sulle spalle un ordine di carcerazione. L'episodio si è verificato ieri, intorno alle 21,30, quando la pattuglia della Sottosezione di Battifolle ha intercettato una Bmw, con targa rumena, su cui viaggiava un’intera famiglia, composta dal padre, madre e dai tre figli, di cui uno maggiorenne.

Non fornendo chiare indicazioni sullo motivo del viaggio e la presenza in Italia,  per svolgere controlli più approfonditi, genitori e ragazzi sono stati accompagnati nella vicina sottosezione.
Ed attraverso attente verifiche sulle impronte digitali, rilevate ai maggiorenni, è stato appurato che il figlio più grande, di 20 anni, era destinatario dell'ordine di cattura, emesso dalla Procura della Repubblica per i Minorenni di Roma per l’espiazione di 4 mesi di carcere e 120 euro di multa, per un furto aggravato commesso nella capitale nel novembre 2015.

Il ragazzo, che aveva commesso il reato quando era ancora minorenne, è stato, perciò, condotto presso il Carcere Minorile di Firenze, per scontare la pena.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca