Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:55 METEO:AREZZO13°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 02 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Meloni incontra Biden alla Casa Bianca: «Costruire insieme la pace per l’Ucraina»

Cronaca giovedì 29 giugno 2023 ore 16:50

Recuperata lettera di Vasari rubata vent'anni fa

La lettera che era stata trafugata

Il prezioso manoscritto trafugato alla Fraternita dei Laici. Rintracciato dopo la segnalazione di una nota casa d'aste e restituito dai carabinieri



AREZZO — Una lettera manoscritta di Giorgio Vasari datata 18 marzo 1566, trafugata nel 2001 dall’archivio della Fraternita dei Laici di Arezzo, è stata restituita dal Comandante del Nucleo Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale (Tpc) di Firenze, Capitano Claudio Mauti, al Rettore della stessa Fraternita dei Laici Pier Luigi Rossi.

La missiva, scritta di proprio pugno dal grande artista e letterato, è una lettera molto formale inviata ai Rettori della Fraternita per parlare dell’artista Giovanni Stradano. Nel corpo della stessa si evidenziano anche legami di natura economica: Vasari parla, persino, di cifre e compensi su lavori e relazioni sullo stato di alcune opere. Il manoscritto risultava inserito negli archivi della Fraternita dei Laici, catalogato e fotografato.

L’attività investigativa del personale del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Firenze, nata grazie alla segnalazione da parte della casa d’aste Sotheby’s di Londra e Bruxelles, ha consentito di individuare il prezioso manoscritto come quello trafugato 12 anni fa dall’archivio della Fraternita.

Non è stata necessaria una formale richiesta di rogatoria internazionale da parte della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Arezzo in quanto, attraverso la diplomazia culturale, il possessore del bene, una famiglia belga - come è stato appurato assolutamente in buona fede - compresa la reale provenienza del manoscritto, si è messa a completa disposizione con il personale della casa d’asta londinese affinché il bene potesse essere rimpatriato in Italia.

Il 7 settembre 2022, presso gli uffici dell’Ambasciata d’Italia a Londra, una delegata della Sotheby’s ha consegnato spontaneamente il manoscritto.

Oggi l'epilogo dopo che il Tribunale di Arezzo, data la natura giuridica del bene, ne aveva disposto la restituzione alla Fraternita dei Laici di Arezzo in virtù della normativa vigente. Sempre utile ed indispensabile la catalogazione e la fotografia dei beni culturali che, se fornite in sede di denuncia, alimentano la “Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti”, strumento fondamentale ai militari del Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale per recuperare beni anche a distanza di tempo.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno