Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:10 METEO:AREZZO18°37°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
giovedì 25 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Paura sull'autostrada: la grandine è così forte che rompe il parabrezza
Paura sull'autostrada: la grandine è così forte che rompe il parabrezza

Giostra Saracino domenica 22 agosto 2021 ore 15:50

Saracino, cavalli tutti pronti per le previsite

Il dottor Gottarelli alla guida della commissione veterinaria. Venerdì e sabato i giorni per ottenere l'idoneità. Ci saranno molti animali nuovi



AREZZO — La macchina organizzativa della Giostra del Saracino è nel pieno del lavoro per arrivare pronti all'appuntamento in Piazza Grande lunedì 30 agosto, quando alle 16,30 faranno ingresso sulla lizza cavalli e giostratori per riprendere lancia in resta e la sfida al Buratto re delle indie.

Gli attori principali, cavalli e giostratori, sono pronti al primo atto ufficiale che permetterà ai primi di ottenere autorizzazione di idoneità per la Piazza.

Tutti i quartieri in questi giorni stanno facendo la “rifinitura”, il lavoro importante è già stato fatto e concluso, adesso si tratta solo di mantenere il giusto equilibrio psico-fisico del cavallo.

Per avere l’idoneità tutti i cavalli verranno visitati nelle giornate di venerdì e sabato mattina dal dottor Riccardo Gottarelli, responsabile del Protocollo per la tutela e benessere del cavallo, incaricato dal Comune di Arezzo. Le visite sono un passaggio fondamentale per poter portare in piazza i cavalli che i quartieri hanno deciso di accreditare.

Il protocollo prevede una commissione veterinaria, composta dal medico in rappresentanza del Comune, uno della ASL, oltre al medico veterinario designato da ogni singolo quartiere. La commissione ha il compito di attuare il regolamento e dare il via libera al cavallo per partecipare alle prove in Piazza Grande. Nella giornata di sabato verranno ufficializzate le liste dei cavalli ammessi alle prove. L’elenco sarà già un primo step di valutazione tecnica per addetti ai lavori.

In questi due anni di assenza i quartieri hanno avuto la possibilità di lavorare molto modificando, in alcuni casi, anche la tipologia di allenamento per il cavallo e il cavaliere, provando nuove soluzioni. L’organizzazione tecnica dei quartieri ha raggiunto livelli impensabili, se andiamo indietro di soli dieci anni. Ogni scuderia mette a disposizione del “binomio” giostratore-cavallo preparatori atletici, medici specialisti e tutte le attrezzature possibili per essere al massimo della forma. Senza dubbio oggi il “binomio” si può definire atleta, sotto tutti i punti di vista.

Nell'accoppiata questa volta più che mai va particolare attenzione verso il cavallo, ancor prima del punteggio fatto dal giostratore in prova. Una Piazza diversa nella sua composizione e partecipazione, due anni di totale assenza, potrebbero incidere notevolmente sulla prestazione dell’animale.

Al ritorno sulla lizza troveremo molte novità con i cavalli, alcuni giostratori arriveranno in Piazza con nuovi soggetti da mettere subito alla prova, per trovare il giusto affiatamento in cinque giorni di prove in vista dell’esordio del 5 settembre. 

Cavalli nuovi pronti per il debutto in Giostra e cavalli da far maturare e preparare in prospettiva futura. Tanto lavoro e molte incognite tutte da valutare nel momento. Incognite e valutazioni che potrebbero condizionare molto la settimana di lavoro dei giostratori e le scelte che dovranno prendere le squadre tecniche. Nel 2021 non ci saranno prove di appello, una sola carriera ordinaria e poi arrivederci a giugno 2022. 

Paolo Nocentini
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno