Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:00 METEO:AREZZO15°27°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 22 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
«Quando finite di parlare parto», l'autista "sequestra" i passeggeri sullo shuttle Malpensa-Milano
«Quando finite di parlare parto», l'autista

Attualità lunedì 16 novembre 2020 ore 09:30

Screening nelle scuole, allertate le famiglie

Partite le comunicazioni con un messaggio del sindaco Ghinelli e del provveditore agli studi Curtolo. I genitori devono dare il consenso



AREZZO — Da giorni sono iniziate ad arrivare, sul registro elettronico, le comunicazioni alle famiglie aretine, firmate dal sindaco Alessandro Ghinelli, e dal Provveditore scolastico, Roberto Curtolo, relative allo screening "massivo", voluto dal Comune, su tutti i bambini che frequentano le scuole statali. 

"Negli ultimi 15 giorni Arezzo, è purtroppo, entrata nella classifica delle 20 province d'Italia più colpite dall'emergenza pandemica dovuta al Covid. Il contesto risulta complesso e occorre mettere in atto tutti i correttivi ipotizzabili per evitare che la situazione diventi ingestibile. - si legge nel documento - Tra le iniziative che questa Amministrazione intende mettere in atto c'è quella di effettuare il test sierologico a tutti quei bambini per i quali i genitori daranno il consenso".

La stessa missiva spiega che il prelievo di sangue in questione è di rapida esecuzione ed attraverso questo semplice test "è possibile individuare le persone che sono entrate in contatto con il virus e hanno sviluppato anticorpi, anche in assenza di sintomi. E' quindi uno strumento importante per stimare la diffusione dell'infezione in una comunità e per i bambini risulta molto meno invasivo del tampone nasofaringeo".

Primo cittadino e vertice della scuola aretina commentano così questa scelta, parlando all'unisono: "ritengo che sia un atto di responsabilità, oltre che di grande senso civico, aderire a questa iniziativa ed è confidando su questa responsabilità che so essere propria dei miei concittadini che sono convinto in una vostra piena e convinta adesione".

Intanto, con la Toscana entrata in zona rossa continuano a frequentare le lezioni in presenza solo gli alunni delle Elementari e della prima Media. Tutti gli altri restano a casa, in didattica a distanza.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno