Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:34 METEO:AREZZO13°17°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
venerdì 22 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Alec Baldwin spara sul set del film Rust, muore la direttrice della fotografia: il video dall'alto del luogo della tragedia

Attualità venerdì 10 settembre 2021 ore 16:54

Tante adesioni alla vaccinazione in camper

Decine di persone hanno approfittato della postazione mobile della Misericordia in piazza San Jacopo in occasione della Fiera del Mestolo



AREZZO — In occasione della Fiera del Mestolo, in corso fino a domani nella consueta parte bassa del centro della città, la Misericordia di Arezzo ha deciso di posizionare il camper per le vaccinazioni contro il covid-19 a poche decine di metri dai banchi degli espositori, in piazza San Jacopo, in modo da raggiungere più persone possibile e continuare ad aumentare le percentuali di vaccinati.

I risultati si vedono ad occhio, sono decine e decine le persone che nel corso di una giornata approfittano della possibilità di vaccinarsi praticamente senza attesa. Ma sono anche molti i cittadini che vengono a prendere informazioni dal personale medico e infermieristico sempre presente davanti e dentro il camper.

La procedura è la medesima degli hub vaccinali, con la differenza che al camper della Misericordia non c'è mai necessità di prenotare la propria dose. Basta presentarsi con tessera sanitaria e documento, compilare la documentazione necessaria, fare l'anamnesi con il medico e la dose viene inoculata. I classici 15 minuti di attesa dopo la somministrazione e il gioco è fatto.

La Misericordia sta vedendo risultati così positivi, che è stata già presa la decisione di rinnovare questo tipo di iniziativa davanti alle principali scuole, in posizioni che siano raggiungibili anche dai genitori degli alunni. Prima di tutto perché per i minorenni è comunque necessaria la presenza del tutore legale, ma anche perché, come sta già accadendo negli hub vaccinali, far vaccinare il figlio fa spesso compiere l'ultimo passo anche ai parenti stretti che non hanno ancora ricevuto la loro dose.

“Vaccinarsi è una scelta da fare insieme al medico e consapevolmente – ha spiegato il dottor Pier Luigi Rossi, Governatore di Misericordia – sono davvero molte le persone che ci chiedono informazioni dettagliate e che vengono da noi per rivolgerci tutte le domande sul vaccino. Il vaccino fa prima di tutto bene alla persona cui viene somministrato – ha concluso il dottor Rossi – ma anche all'ambito sociale in cui vive, perchè più persone si vaccinano e meno il virus riesce a circolare”.

“Con questa iniziativa vogliamo dare una mano ad aumentare rapidamente le percentuali di copertura dell'Asl Toscana Sud est – ha spiegato la dottoressa Beltrano – siamo già sopra l'80% di cittadini immunizzati, in alcune zone anche oltre l'83%, il nostro obiettivo è arrivare prima possibile almeno all'85%. Per questo replicheremo questa iniziativa davanti alle scuole già nelle prossime settimane. Vogliamo dare la possibilità di vaccinarsi a chi per i più svariati motivi ha avuto difficoltà o problemi fino ad oggi nel ricevere l'inoculazione delle dosi di vaccino”:

Giulio Cirinei
© Riproduzione riservata

Il camper per le vaccinazioni in piazza San Jacopo a pochi metri dalla Fiera del Mestolo
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E' quello prodotto dall'azienda Santa Vittoria di Foiano seguendo una tradizione secolare. La proclamazione da Vinitaly
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità