Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:AREZZO11°26°  QuiNews.net
Qui News arezzo, Cronaca, Sport, Notizie Locali arezzo
sabato 15 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Londra, Kate Middleton e la famiglia reale si affacciano dal balcone di Buckingham Palace

Attualità giovedì 31 marzo 2016 ore 06:30

Torna Vivicittà, la tradizionale corsa che unisce

Anche quest'anno la Uisp promuove la manifestazione podistica internazionale che da sempre si distingue per la forte connotazione etica e sociale



AREZZO — Vivicittà, pronti, via! Saranno 45 le città italiane e 11 quelle all’estero che scatteranno simultaneamente domenica 3 aprile per la nuova edizione della classica corsa podistica organizzata dall’Uisp-Unione Italiana Sport Per tutti. #Liberidimuoversi è lo slogan di quest’anno: Vivicittà è sport sociale e per tutti, rompe gli steccati tradizionali e avvicina gente di varie culture in tutto il mondo. La corsa partirà alle 10 da piazza Sant’Agostino e percorrerà il medesimo circuito per una sola volta. In via Leone Leoni sarà attivo un servizio di ristoro idrico offerto da Nuove Acque. Al termine della manifestazione saranno distribuiti gadget e premi ai partecipanti e sarà offerto un servizio ristorazione da Coldiretti. “Questa è la 33esima edizione, l’iniziativa ha quindi una lunga storia alle spalle. Una manifestazione con la quale abbiamo fatto correre tante idee, legate alla solidarietà e ai diritti delle persone. Il tema dell'accoglienza e dell'integrazione accompagna l'appuntamento di quest'anno, che si coniuga con il valore sociale dello sport. Infatti, lo starter ufficiale Radio Rai lo darà da Lampedusa. Per l'edizione cittadina, oltre al patrocinio del Comune, abbiamo la collaborazione con Nuove Acque e di Coldiretti”, spiega il presidente della Uisp aretina Gino Ciofini. La raccolta fondi di Vivicittà 2016 è realizzata in collaborazione con la Ong Terre des Hommes e verrà finalizzata alla riabilitazione di un campo sportivo a Jdeide, in Libano al confine con la Siria, dove è sorto un campo profughi spontaneo (collective center) che raccoglie centinaia di famiglie che fuggono dalla guerra. Le iscrizioni possono essere effettuate direttamente presso la sede della Uisp di Arezzo, inviando una e mail a arezzo@uisp.it o il giorno della manifestazione in piazza Sant’Agostino. Quota iscrizione: 5 euro


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno